Cesena, Celletti (Lega): "Sicurezza, Landi si arrampica sugli specchi"

Cesena, Celletti (Lega): "Sicurezza, Landi si arrampica sugli specchi"

CESENA - E' inutile arrampicarsi sugli specchi per difendere una posizione costruita sulle falsità. Lo dico con grande schiettezza al capogruppo del PD Landi, che, da bravo soldatino, difende l'indifendibile posizione della sinistra sulla legge in materia di sicurezza.

 

Già in aula ho confutato tutte le falsità spacciate dalla sua parte politica, per esempio sui tagli alle forze dell'ordine, che esistono solo nel loro immaginario visto che nella Finanziaria aumentano in modo significativo i fondi a loro destinati. Quanto al reato di clandestinità, Landi dice chiaramente che, per non avere le carceri affollate o perché la nostra giustizia ha tempi biblici, lo Stato dovrebbe arrendersi al fatto che in Italia scorazzino centinaia di migliaia di persone senza controllo, che, per inciso, non solo possono delinquere, ma vanno a pesare sensibilmente sul nostro welfare e sulla sanità che per loro è completamente gratuita.

 

Insomma se la sinistra governasse nel Paese continuerebbero gli sbarchi (che invece con il Governo attuale sono del tutto cessati) e le frontiere sarebbero aperte a chiunque. D'altra parte, la riprova di questo atteggiamento l'abbiamo a Cesena, dove le amministrazioni di sinistra si sono ben guardate dall'indagare i numeri della clandestinità sul territorio, con i conseguenti problemi di lavoro nero. Un bel modo di amministrare quello di Landi, che lancia accuse di razzismo e xenofobia a chi si preoccupa giustamente del nostro futuro, senza tuttavia proporre alternative se non quelle del solito lassismo. Lassismo che non è solo buonismo terzomondista, ma anche bieco interesse.

 

Dopo aver perso tanti sostenitori, la sinistra è alla disperata ricerca di nuovi voti e vede nell'immigrazione un serbatoio insperato. E qui sta l'apice dell'irresponsabilità, perché non si esita a mettere una seria ipoteca sulla nostra identità e sulla tenuta della nostra società, solo per squallidi interessi di bottega. Meglio farebbe Landi a studiare quanto sta succedendo in altri Paesi europei che, dopo aver spalancato le porte al multiculturalismo ed all'immigrazione, oggi sono costretti a fare una disperata marcia indietro per i disastri che queste politiche hanno causato, non ultima la nascita di movimenti e partiti questi sì pericolosamente xenofobi

 

Antonella Celletti, capogruppo Lega Nord

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -