Cesena, centro storico, Angeli (Pli): "Lucchi mantiene le promesse"

Cesena, centro storico, Angeli (Pli): "Lucchi mantiene le promesse"

Da anni contestiamo all'amministrazione di centrosinistra cesenate il fatto d'essere assai vicina e solerte nell'agevolare e favorire le strutture di grande distribuzione, nate numerose a ridosso del centro negli ultimi anni, a discapito delle attività commerciali del centro storico stesso. Da anni contestiamo come a tali strutture commerciali siano garantiti ampi parcheggi gratuiti, linee del bus dedicate ed addirittura funzionali uscite della secante a disposizione, mentre l'accesso al centro è sempre più difficile e costoso,specialmente dopo i recenti aumenti tariffari.

 

Da anni sosteniamo infatti come la pedonalizzazione del centro storico dovrebbe essere preceduta ed accompagnata dalla realizzazione di almeno una grande struttura interrata per

la sosta, che a nostro avviso avrebbe come localizzazione migliore proprio

Piazza della Libertà. Così come sosteniamo che le varie zone della città dovrebbero avere quote di parcheggi gratuiti, magari a disco orario, per garantire l'accesso a banche, uffici e servizi oltre che per lo shopping. Da anni contestiamo le politiche di sosta a pagamento a tariffe elevate applicate dall'amministrazione Lucchi, in continuità con la precedente, nel centro

urbano.

 

Non c'è quindi alcun dubbio sul fatto che riteniamo il sindaco Paolo Lucchi in torto rispetto a questi aspetti ed alle ricette che propone per il centro oggi, ma non possiamo non osservare come queste politiche fossero inserite nel programma di Lucchi votato dai cesenati nel 2009. Il sindaco ha quindi ragione nell'affermare come sia suo diritto, e direi dovere, applicare ciò che in campagna elettorale aveva promesso. Magari fosse il governo nazionale a mantenere ciò che aveva promesso, avremmo oggi una riforma del fisco con aliquota unica al 33%, mentre invece siamo il terzo Paese più tassato del Mondo, con una pressione fiscale attorno al 44%, la più alta di sempre e con prospettiva di ulteriore aumento dovuto al cosiddetto federalismo

municipale.

 

Tornando a Cesena comprendiamo l'amarezza dei commercianti del centro di Cesena, e delle associazioni che li dovrebbero rappresentare, per le decisioni a cui il comune pare avviato e che per loro saranno certamente peggiorative, ma alcune di queste associazioni hanno in passato, più o meno apertamente, appoggiato l'amministrazione e la sua maggioranza, e quindi anche le sue politiche sul centro, mentre altre, pur contestando le scelte, non hanno forse fatto sentire adeguatamente alta la loro voce quando era il momento. Purtroppo anche in questo campo l'apporto dell'opposizione presente in consiglio comunale, con la lodevole eccezione del PRI, risulta ancora assai scarso.

 

Stefano Angeli

segretario provinciale del Partito Liberale Italiano

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -