CESENA - Centro storico, Sanulli (Cna): avviare il confronto sulla valorizzazione

CESENA - Centro storico, Sanulli (Cna): avviare il confronto sulla valorizzazione

CESENA - I segnali di difficoltà che si sono alternati in corso d’anno, e accentuati sul finire del 2006 con la chiusura di alcune attività situate nel centro, ripropongono la necessità di avviare un confronto sulle cose da fare per definire ed attuare concrete iniziative di valorizzazione del centro storico della nostra città. Magari partendo con la messa a punto di un piano di rilancio integrato che affronti un insieme diversi aspetti: da quelli urbanistici a quelli della mobilità, fino agli interventi di recupero e di riqualificazione, insomma un piano strategico di medio – lungo periodo che indichi gli obiettivi e le azioni per conseguirli.


Come abbiamo già avuto modo di sostenere in un recente passato, la progettualità non manca; il nostro è un bel centro storico, probabilmente apprezzato più dai non cesenati che dai nostri concittadini, ma tutto ciò rischia di essere insufficiente se, contestualmente, non si stabilisce un calendario delle priorità degli interventi, non si precisano i tempi di realizzazione, non si definiscono le risorse da investire.

L’allarme sul “caro affitti”, non nuovo per la verità, mette l’accento sulle crescenti difficoltà che incontrano tanti piccoli imprenditori, le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti noi: si stanno impoverendo, dal punto di vista dell’offerta commerciale e dei servizi, parti “pregiate” della nostra città (non solo il centro storico comunemente inteso).

Servono scelte, non solo per mantenere, e possibilmente migliorare, l’esistente, ma anche in grado di riportare in centro tutte quelle attività che possono garantire un’offerta di prodotti di elevata qualità (penso all’artigianato artistico), sono piccole imprese che possono contribuire a marcare i caratteri dell’identità culturale di tutta la città.


Queste imprese sono state costrette, infatti, ad occupare spazi ai margini delle aree più pregiate del centro a causa dei costi degli affitti, già proibitivi da diversi anni. Si tratta allora di verificare come fare per riportarle in centro, in una collocazione a loro più consona; di qui la nostra proposta di riutilizzo di alcuni spazi pubblici (il foro annonario e il porticato comunale) e di definizione di interventi di tipo urbanistico. Si tratta di verificare se esistono le condizioni per intervenire sulle destinazioni d’uso, oppure se sono percorribili soluzioni tecnico – urbanistiche per permettere l’insediamento di tali attività ai secondi piani.


Naturalmente, accompagnando il tutto con iniziative di incentivazione indirizzate, in particolare, ai giovani che avviano un’impresa, sgravandoli dai tributi locali nei primi anni di attività. Una proposta che abbiamo avanzato ripetutamente negli ultimi anni, ma ancora con scarso successo.

E’ indispensabile dar vita ad un percorso che veda l’Amministrazione Pubblica, insieme alle rappresentanze economiche, impegnata ad individuare soluzioni condivise per rendere più attrattiva la città, valorizzandola come un naturale “centro commerciale a cielo aperto”.

Come CNA, abbiamo già manifestato la disponibilità a fare la nostra parte, è necessario però ripartire dagli impegni “assunti” nel convegno del marzo scorso e attivare al più presto un tavolo per far partire il confronto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Sanulli – Responsabile CNA Cesena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -