Cesena, coltellate con una lama da 22 centimetri al marito: condannata

Cesena, coltellate con una lama da 22 centimetri al marito: condannata

Cesena, coltellate con una lama da 22 centimetri al marito: condannata

CESENA - Una zuffa per una questione di separazione sfociò in una serie di coltellate molto pericolose: la lama, infatti, misurava ben 22 centimetri. Per questo episodio, avvenuto in via Serra a Rimini, si è concluso il processo nel tribunale della città della riviera. Protagonisti erano un sottufficiale dell'Aeronautica residente a Cesena (in servizio alla base di Pisignano), la vittima dei fendenti, e una donna brasiliana di 42 anni, che non voleva accettare la separazione.

 

Tutto scoppiò nel 2006, quando l'ormai ex coppia decise di ritrovarsi per discutere "civilmente" dei termini della separazione. Ma secondo la versione dell'uomo colpito dalle coltellate alla mano, al braccio e al collo, la donna iniziò a dare in escandescenza nel momento in cui le venne sottoposto un documento in cui dichiarava di non aver consumato il matrimonio. In questo modo la signora si ritrovava a rischio per la cittadinanza.

 

Quindi la zuffa, terminata con le coltellate. Incriminata per tentato omicidio, tuttavia, l'accusa è stato derubrica in lesioni. I periti hanno obiettato che se la lama, di quella lunghezza, avesse seriamente colpito in profondità il collo non ci sarebbe stato un tentato omicidio, ma un assassinio sicuro. Per questo il tribunale di Rimini alla fine ha optato per una condanna a un anno e mezzo di carcere per lesioni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -