Cesena: “Compagno di viaggio”, l’agenda per i volontari che prestano servizio civile all’Ausl

Cesena: “Compagno di viaggio”, l’agenda per i volontari che prestano servizio civile all’Ausl

Oggi, martedì 22 febbraio, è stata consegnata ai volontari che prestano servizio civile al Dipartimento di Salute Mentale dell'Ausl di Cesena l'agenda "compagno di viaggio" che lo stesso Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha destinato a tutti i giovani che hanno scelto di vivere l'esperienza del servizio civile. Il tema dell'agenda 2011 è "i patrimoni dell'Umanità".

 

Tre sono attualmente le giovani volontarie - Arianna, Azzurra e Valentina - impegnate in prima persona al Centro di Salute Mentale e nel Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura dell'Ausl di Cesena, nell'ambito del progetto  "I percorsi nella Salute Mentale". Progetto integrato che si propone di migliorare la qualità della vita dei pazienti dei servizi attraverso attività quotidiane di sostegno e socializzazione e di sensibilizzare i cittadini sul tema del disagio psichico mediante iniziative specifiche di informazione e comunicazione, come la conduzione di una trasmissione radiofonica da parte degli utenti del Centro di Salute Mentale di Cesena e Savignano, a cui sta collaborando una delle tre volontarie, Valentina.

 

"Pur conoscendo già un po' il mondo della salute mentale - sottolinea Valentina, che frequenta la Facoltà di Psicologia di Cesena - il servizio civile mi sta offrendo la prima opportunità di confrontarmi direttamente con questa realtà, stringere relazioni importanti e superare alcuni stereotipi spesso diffusi tra chi osserva l'attività di un Centro di Salute Mentale dall'esterno e le realtà operative. In questo primo mese ho capito l'importanza che ha il lavoro di equipe per sostenere le persone e aiutarle nelle loro fragilità: ciascuno nel proprio ruolo può dare un contributo prezioso. Spero di riuscire a trasmettere l'esperienza che sto facendo anche ai miei compagni di università".

 

"Per me si tratta di un'esperienza completamente nuova - racconta Arianna, che insegna danza - che desideravo fare da un po' di tempo e mi sta dando molta soddisfazione. In questo primo mese ho fatto servizio al Centro diurno di Savignano, dove ogni giorno agli utenti viene proposta un'attività diversa: disegno, piscina, pallavolo... Sono diventata l'allenatrice della squadra di pallavolo e ho dato la mia disponibilità per iniziare a breve un corso di danza, lavorando nell'ottica dell'inclusione sociale".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -