Cesena, Conad Ponte Abbadesse. Il sindaco chiede confronto con i cittadini

Cesena, Conad Ponte Abbadesse. Il sindaco chiede confronto con i cittadini

Cesena, Conad Ponte Abbadesse. Il sindaco chiede confronto con i cittadini

CESENA - Avviare un confronto fra Comune, quartiere e cittadini per approfondire insieme le nuove prospettive che si aprono per la frazione di Ponte Abbadesse e per l'intero quartiere Cesuola. E' questa la proposta che il Sindaco Lucchi lancia con una al presidente del quartiere Amleto Gazza. La proposta del Sindaco prende le mosse da due notizie arrivate pressoché in contemporanea mercoledì scorso, tra cui quella del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso delle suore contro il Conad.

 

Da un lato la conferma dell'impegno da parte di Hera di trasferire la sede dell'Igiene Ambientale da Rio Eremo alla nuova struttura che sorgerà a Pievesestina; dall'altro l'ordinanza del consiglio di Stato che ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal Monastero delel Clarisse Cappuccine per la costruzione della nuova struttura commerciale.

 

E' stato proprio nel corso dell'incontro con un gruppo di rappresentanti del quartiere (fra cui lo stesso presidente Gazza) durante lo svolgimento di "Cesena dialoga con Hera", che il Presidente della holding Tomaso Tommasi di Vignano ha ribadito che l'intenzione della società è di completare il trasferimento dell'attività  entro i primi mesi del 2012. Nella lettera al presidente Gazza, il Sindaco ricorda come, giustamente, i cittadini della zona e i rappresentanti del Quartiere, che per anni hanno lamentato i disagi derivanti dalla attuale collocazione dell'Igiene Ambientale, abbiano sempre seguito la vicenda con grande attenzione, chiedendo certezza sulle modalità e sui tempi di realizzazione della nuova sede, e rimarca che l'Amministrazione Comunale si è fortemente adoperata, anche nei mesi scorsi per definire i tempi del trasferimento. "Si tratterà dunque, per il Quartiere Cesuola e i suoi abitanti, di un momento molto importante che ora sta per concretizzarsi".

 

Anche l'ordinanza con la quale il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta avanzata dal Monastero Clarisse Cappuccine del Corpus Domini di sospensiva dei lavori per la costruzione della nuova struttura commerciale di Ponte Abbadesse apre le porte a nuovi assetti. "Con tale ordinanza - osserva il Sindaco - si può prevedere che si apra, per questa vicenda, una fase profondamente diversa, andando verso la realizzazione di un intervento che, lo ricordo, ha al proprio interno, oltre alla struttura commerciale, anche opere di interesse pubblico, quali parcheggi e spazi verdi, a servizio dei cittadini, non solo residenti in quella zona".

 

Sulla base delle ultime novità emerse su entrambe i fronti si può prevedere che all'inizio del 2012 la zona di Ponte Abbadesse si troverà con un nuovo assetto molto diverso dall'attuale: meno traffico sulle strade, grazie all'eliminazione dei transiti di mezzi pesanti diretti all'Igiene Ambientale, nuovi servizi e nuovi spazi di cui usufruire.

 

"Proprio per questo - ribadisce il Sindaco - l'Amministrazione Comunale ritiene necessario sviluppare una riflessione relativa al dopo, alle prospettive strategiche di una zona così preziosa per la nostra città, valutando in quest'ottica i progetti futuri. E già subito dopo le festività natalizie vorremmo cominciare a ragionare su questi temi con il Consiglio di Quartiere Cesuola".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -