CESENA - Convegno sulle malattie reumatiche al Bufalini

CESENA - Convegno sulle malattie reumatiche al Bufalini

CESENA - “Malattie reumatiche: l’impegno di una struttura sanitaria”. Questo il tema dell’incontro pubblico in agenda per domenica 27 maggio alle 9,30 presso la Sala Convegni dell’Ospedale Bufalini di Cesena, per fare il punto su alcune patologie croniche che oggi colpiscono numerosi soggetti anche in giovane età, in buona parte seguiti dal Servizio di Reumatologia dell’Ospedale Bufalini di Cesena all’interno dell’UO di Medicina Interna diretta dal Dr Paolo Pazzi.


Il convegno è il primo incontro organizzato a Cesena da AMRER, Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna, da anni impegnata a sostenere l’attività del reparto di Medicina Interna del Bufalini a favore dei pazienti reumatologici.


Le patologie reumatologiche sono malattie croniche, che spesso colpiscono soggetti in giovane età (in particolare giovani donne). Sono ampiamente diffuse nella popolazione e frequentemente hanno un andamento invalidante comportando anche elevati costi sociali.


Data la scarsa consapevolezza di queste patologie, che comportano percorsi diagnostici irti di difficoltà e che necessitano di un attento monitoraggio nel tempo e di risposte clinico-assistenziali particolarmente complesse, i pazienti affetti da patologie reumatologiche non sempre vedono riconosciuto pienamente il bisogno di assistenza di cui necessitano.


Ed è per dar voce a queste problematiche che è stato organizzato l’incontro del 27 maggio con la collaborazione del Dr Luca Montaguti, della Dottoressa Paola Sambo e della Dottoressa Lucia Gardelli medici del Servizio di Reumatologia del Bufalini considerato centro provinciale di riferimento per la ricerca epidemiologica e clinica in campo reumatologico.

L’interazione tra l’associazione dei malati reumatici, portatrice delle istanze e delle aspettative dei pazienti, i medici del territorio e gli specialisti dei centri di riferimento reumatologici rappresenta infatti un momento essenziale del processo di adeguamento e miglioramento dell’organizzazione sanitaria, che vede nel riconoscimento nella centralità dei bisogni del paziente il suo valore fondante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche per questo motivo i Medici del Servizio di Reumatologia, insieme al Direttore della UO di Medicina Interna, auspicano una partecipazione consistente dei pazienti, dei medici (in particolare dei medici di medicina generale) all’incontro, che è aperto al contributo di tutti i cittadini.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -