Cesena, dal 15 novembre la settimana dedicata all'Educazione

Cesena, dal 15 novembre la settimana dedicata all'Educazione

Cesena, dal 15 novembre la settimana dedicata all'Educazione

CESENA - Dal 15 al 21 novembre 2010 la città di Cesena propone la seconda edizione de "La Settimana dell'Educazione e della Pedagogia". Dopo aver affrontato lo scorso anno la provocatoria domanda "Serve l'educazione?", nell'edizione alle porte, dedicata a "Le parole dell'educazione", ci si interrogherà su quali siano le parole significative attorno a cui promuovere e produrre l'educazione e la crescita consapevole. Tanti gli eventi dedicati alla cultura del "fare educazione".

 

Il dibattito intreccerà vari sguardi che vanno dalla pedagogia, sociologia, filosofia, economia, statistica, fino alla dimensione dell'arte e della letteratura.

 

Sono attesi a Cesena una ventina di esperti di caratura nazionale, tra i docenti universitari Duccio Demetrio (Università di Milano-Bicocca), Alain Goussot (Università di Bologna), Felice Carugati (Università di Bologna), Salvatore Natoli (Università di Milano), Fabio Bocci, (Università La Sapienza di Roma), Massimo Livi Bacci (Università di Firenze), Edgard Serrano (Università di Padova), Giovanni Mazzanti (Università di Bologna), Rabih Chattat (Università di Cesena), Andrea Canevaro (Università di Bologna), Edoardo Preger (Università di Bologna); e ancora la sociologa e ricercatrice Marianella Sclavi, lo statistico e saggista Roberto Volpi, il musicista e compositore Lorenzo Frizzera, l'attore e autore Claudio Cavalli e l'onorevole Anna Maria Serafini, vice presidente della Commissione Parlamentare per l'Infanzia, solo per citarne alcuni.

Gli ospiti daranno vita a tavole rotonde, laboratori e lezioni aperte su figure e temi chiave della pedagogia moderna. Completano il programma numerosi eventi culturali tra cui proiezioni di film, spettacoli teatrali per le scuole e per la città, mostre, animazioni per famiglie e bambini. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero e sono aperti a tutti coloro che sono interessati ai temi dell'educazione (in particolare insegnanti, genitori, studenti, bambini, operatori culturali e sociali...).

 

 

Tavole rotonde, laboratori, lezioni aperte e piazze a tema

 

Lunedì 15 novembre la tavola rotonda "Le parole dell'educazione" inaugura il ciclo di quattro incontri sui temi di grande attualità nel dibattito nazionale e internazionale sull'educazione, a partire dalla riflessione sulle parole centrali dell'educare (15 novembre) e dall'alchimia dei talenti e la creatività (17 novembre), per passare poi alla cruciale alleanza educativa tra scuola e famiglia (18 novembre) e arrivare a capire le parole della filosofia per l'educazione (19 novembre). Le tavole rotonde si svolgono dalle 15 alle 17.30 al Centro Culturale San Biagio (Via Aldini 24).

 

La Settimana cesenate prevede inoltre quattro piazze dell'educazione rivolte alla città, luoghi in cui martedì 16 novembre tutti i cittadini saranno invitati a curiosare, sostare e interagire per esplorare insieme alcune parole chiave dell'educazione -economia, scienza, arte e memoria - attraverso video, letture, installazioni e testimonianze.

 

Rivolte a tutta la città anche le cinque lezioni aperte che, ogni giorno, dalle 18 alle 19.30, proporranno nel loggiato del Palazzo Comunale la riscoperta delle parole di grandi maestri nel campo dell'educazione, come lo scrittore, storico, pedagogista e filosofo Ivan Illich (15 novembre) e lo scrittore, drammaturgo e filosofo Lev Tolstoj (16 novembre). Spazio anche a temi particolarmente attuali nell'area della pedagogia come il pensiero divergente attraverso la performance musicale di Lorenzo Frizzera (17 novembre) e le politiche per i giovani e per il paese (18 novembre), fino alla performance di e con Claudio Cavalli attraverso le notti della luna leopardiana, il Pinocchio di un vecchio maestro, le forchette di Munari e i teoremi esistenziali di un matematico (19 novembre).

 

L'educazione dal punto di vista cinematografico, teatrale, artistico

 

La pedagogia e l'educazione saranno esplorate anche con il contributo di diversi linguaggi, tra cui quello cinematografico. Tre i film in programma, che prendono spunto da storie vere: Sotto il Celio azzurro, del regista di origine australiana Edoardo Winspeare; L'amore che non scordo, documentario di Daniela Ughetta e Manuela Vigorita, girato in diverse realtà scolastiche italiane tra il 2005 e il 2007; La scuola di Daniele Lucchetti, che racconta l'ultimo giorno di scuola in un istituto tecnico della periferia romana dove gli episodi salienti di un anno si ripercorrono all'interno di un consiglio di classe che riserverà alcune sorprese. Il primo film sarà proiettato al Centro Cinema San Biagio (via Aldini 24) alle 20,45, stesso orario ma sede diversa - Teatro Aurora di San Giorgio - per le altre due pellicole.

 

Spazio anche agli spettacoli teatrali rivolti alle classi di alunni della scuola dell'infanzia, primarie e secondarie di Cesena per l'intera settimana, ma anche destinati al pubblico nella serata del 18 novembre, alle 20.45, al Teatro Aurora di San Giorgio, con lo spettacolo "Gianni Rodari", a trent'anni dalla scomparsa di colui che resta uno degli autori e scrittori più stimati e la cui poesia "Le parole" accompagnerà l'intera settimana cesenate. Martedì 16 novembre, invece, il Teatro Aurora di San Giorgio ospiterà la premiazione del progetto "Nati per leggere", con uno speciale riconoscimento al professor Giancarlo Biasini, promotore del progetto.

 

Infine, un'attenzione speciale per le famiglie, con un ricco programma di film per bambini, animazioni, laboratori creativi, giochi e attività varie previste non solo nel week end conclusivo della Settimana dell'Educazione (20-21 novembre).

Tutte le iniziative formative sono riconosciute dall'Ufficio Scolastico Provinciale e sarà rilasciato un attestato di frequenza su richiesta degli interessati.

 

L'evento è organizzato dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Educative e Giovanili del Comune di Cesena, in collaborazione con l'Università degli studi di Bologna. L'iniziativa è patrocinata da Unesco (United Nations Educational Scientific Cultural Organization - Commissione Nazionale Italiana) e da Unicef - Comitato Provinciale Forli-Cesena.

 

L'Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili e l'Assessorato alle Politiche per il benessere dei cittadini del Comune di Cesena aderiscono alla campagna di sensibilizzazione "Io proteggo i bambini" organizzata da Terre des hommes, in occasione della Settimana mondiale per la prevenzione dell'abuso e della violenza sui bambini (13-19 novembre). Durante l'appuntamento cesenate saranno indossati i fiocchetti gialli individuati come simbolo della campagna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -