Cesena, decolla la pratica per il nuovo stabilimento di Avicoop

Cesena, decolla la pratica per il nuovo stabilimento di Avicoop

Cesena, decolla la pratica per il nuovo stabilimento di Avicoop

CESENA - Si è riunito nella mattinata di venerdì, il tavolo di lavoro istituzionale avviato nel settembre scorso dal Sindaco Paolo Lucchi per seguire il piano di sviluppo dello stabilimento Avicoop di San Vittore, con l'obiettivo di rendere più fluido l'iter procedurale in modo da favorire il decollo dei progetti. Obiettivo era quello di fare il punto sull'importante progetto (che prevede un investimento complessivo di circa 60 milioni di euro), dopo alcune impasse procedurali che hanno rallentato i tempi delle autorizzazioni.

 

All'incontro, coordinato dall'Assessore allo Sviluppo Economico Orazio Moretti, erano presenti l'assessore provinciale all'Urbanistica e alla Pianificazione Territoriale Maurizio Castagnoli, rappresentanti dell'azienda, delle organizzazioni sindacali, dell'Arpa e dell'Ausl.

 

Incoraggianti i risultati emersi: ormai in dirittura d'arrivo la concessione da parte della Provincia dell'Autorizzazione integrata ambientale, da cui dipende il rilascio di tutti gli altri permessi necessari. La bozza delle richieste formulate dai servizi tecnici provinciali è già stata consegnata all'azienda che si è impegnata a presentare eventuali controdeduzioni entro la fine del mese. A sua volta, la Provincia prevede di rilasciare l'autorizzazione ambientale entro la fine di luglio.

 

A quel punto si potrà entrare nella fase più operativa. La tabella di marcia prospettata nell'incontro odierno prevede l'avvio entro settembre dei lavori per la costruzione della nuova rotonda e della nuova centrale termica e di cogenerazione, per i quali è ormai già pronta l'autorizzazione del Comune.

 

Entro agosto l'Azienda conta di presentare il progetto per il nuovo rendering, per il quale l'Amministrazione Comunale prevede di rilasciare il permesso di costruire entro i 90 giorni di legge. Questo dovrebbe consentire all'Amadori di avviare il cantiere fra la fine del 2010 e l'inizio del 2011.

 

A completare il quadro degli interventi previsti dal piano, la realizzazione della nuova sala - taglio. Anche in questo caso l'azienda sta lavorando sul progetto definitivo, in modo da poter presentare la documentazione in Comune entro il prossimo settembre e poter ottenere, così, le autorizzazioni necessarie entro la fine dell'anno. L'obiettivo dichiarato è di aprire il cantiere entro i primi mesi del 2011. Se verrà rispettata questa tempistica, ci sono i presupposti per arrivare alla conclusione dell'intervento entro l'estate 2012, mentre si conta di utilizzare i mesi successivi fino alla fine dell'anno per la completa messa a punto dell'impianto.

 

"Giudico la riunione di oggi molto positiva Il mio compito era quello di facilitare lo svolgimento del percorso - commenta l'assessore Moretti - e questa mattina abbiamo avuto la conferma dell'impegno di tutte le parti per la realizzazione di questo piano d'intervento, che rappresenta un'irrinunciabile occasione per il nostro territorio, ed acquista un valore speciale se si tiene conto della difficile fase che sta attraversando la nostra economia".

 

"Sia l'azienda, sia gli enti coinvolti (e fra loro non vanno dimenticati Azienda Usl e Arpa) hanno lavorato, ognuno per la propria parte, per raggiungere questo obiettivo, che ormai pare a portata di mano. E credo che questo abbia contribuito a fugare ogni dubbio sulle intenzioni dell'azienda Amadori e sulla sua determinazione a incrementare l'attività nell'area cesenate, migliorando al contempo l'ambiente di lavoro dove operano diverse centinaia di addetti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -