Cesena, disagi per l'E45? Il ministro: "Colpa anche delle limitazioni dei Comuni"

Cesena, disagi per l'E45? Il ministro: "Colpa anche delle limitazioni dei Comuni"

Cesena, disagi per l'E45? Il ministro: "Colpa anche delle limitazioni dei Comuni"

CESENA - I lavori al Fornello, sulla E45, stanno andando avanti anche se in corso d'opera si e' dovuto risolvere "numerose problematiche". Eterni disagi? La colpa è dei comuni, per il ministero. "Anas precisa infine che i percorsi alternativi, in caso di limitazione della circolazione sulla strada statale 3 bis, sono regolarmente concordati con gli enti locali". Dunque, conclude Matteoli, "la lunghezza degli stessi e i disagi all'utenza" dipendono spesso dalle "limitazioni imposte dai Comuni nell'attraversamento dei centri abitati".

 

Proprio mentre la Regione rilancia la necessita' di avere risposte dal Governo sull'arteria che collega Orte a Ravenna, la questione arriva in Parlamento grazie a un'interrogazione del deputato leghista Paolo Grimoldi. Lunedi' e' arrivata la risposta scritta del ministro alle Infrastrutture, Altero Matteoli. Grimoldi, nel testo, ricorda "gli infiniti cantieri e lo stato pessimo del fondo stradale, specialmente nel tratto tosco-romagnolo". In particolare "un gravissimo problema infrastrutturale sta interessando il viadotto Fornello", in zona Verghereto, provincia di Forli'-Cesena.

 

Nel 2007 l'Anas ha appaltato i lavori di miglioramento statico del viadotto, ricorda Grimoldi: la ditta appaltatrice "avrebbe dovuto costruire una struttura metallica lunga 250 metri ed alta cinque metri che sarebbe dovuta essere la nuova base per la carreggiata". Tale struttura, durante "la demolizione del vecchio viadotto in cemento, si sarebbe dovuta appoggiare su alcuni nuovi piloni provvisori di sostegno, che pero' sembra siano stati progettati in modo errato".

 

Matteoli premette che il suo ministero e' "allertato" sulla problematica della manutenzione straordinaria della rete stradale nazionale, "anche in seguito di segnalazioni pervenute in merito allo stato della E45". Per quanto riguarda il Fornello, riporta Matteoli, "Anas fa presente che l'esecuzione di detti interventi ha comportato la necessita' di risoluzione di numerose problematiche, vista la complessita' e singolarita' delle lavorazioni da eseguire".

 

Dalle prove effettuate sul posto, prosegue Matteoli, "e' emersa la necessita' di adottare nuove soluzioni costruttive, non previste in progetto, ma necessarie ad assicurare la stabilita' delle opere e la sicurezza sia delle maestranze impegnate nei lavori sia di quanti si troveranno a transitare nelle vicinanze dell'area". E' stata percio' redatta "una perizia di variante tecnica riguardante i nuovi lavori che sono terminati da qualche mese". (Dire)

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -