Cesena, domenica al Teatro Verdi il sindaco di Firenze Matteo Renzi

Cesena, domenica al Teatro Verdi il sindaco di Firenze Matteo Renzi

CESENA - Domenica 3 aprile Matteo Renzi, sindaco di Firenze, sarà a Cesena per presentare il suo libro "FUORI!". L'iniziativa si svolgerà alle ore 18 (ingresso libero) al Teatro Verdi di Cesena (Via Sostegni 13/a). Nella mattinata, il Sindaco, che è anche il capitano del "Football Club Palazzo Vecchio" sarà in campo alla Fiorita, per sfidare la squadra di calcio degli amministratori cesenati.

 

Un palco semplice, con una panchina e alcune ceste di frutta vuote. Dietro, un maxischermo su cui scorrono spezzoni di video e parlano personaggi come Obama e Bob Kennedy, o risuonano le note dei Muse. Niente tavoli polverosi, pieni di relatori. E niente lungaggini, 45 minuti e poco più. È questo lo schema della presentazione del libro con cui Renzi racconta le sue aspirazioni e dà voce alla speranza di una svolta. "I sogni, le idee, le speranze di una nuova generazione" si legge, infatti, nel retro di copertina del libro.

 

"Adesso tocca a noi - dichiara Matteo Renzi - ridare fiato al PD, ma soprattutto ridare slancio all'Italia. Spero che possa piacervi, ma spero, soprattutto, che anche se non vi piacerà possa costituire un contributo per tornare a dare valore all'impegno politico. Che è un servizio alto e nobile, nonostante tutto quello che si legge, di questi tempi, sui giornali".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In occasione del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia un pensiero mi ha assillato: la nostra Italia sta pagando un prezzo troppo alto per il mancato ricambio generazionale. Non si tratta di una rivendicazione anagrafica, ma di un preciso dovere verso il nostro Paese! Senza speranza non c'è futuro; ci vuole il coraggio di rischiare, l'apertura al cambiamento e niente politichese, per ricostruire un nuovo patto tra le persone e le generazioni. Ma, sia chiaro, non è un fatto anagrafico. Servono idee nuove per arrivare ad un cambiamento vero di cui il nostro Paese ha bisogno. E non si può continuare a sostenere che la colpa di tutto ciò che non va oggi sia solo di Silvio Berlusconi. E così non si va da nessuna parte. Non c'è solo Berlusconi. C'è un'altra Italia, fatta di tante persone serie e oneste, che ogni giorno lavorano per un Paese migliore. E noi vogliamo unire questa Italia nuova" dichiara il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, promotore, assieme ad altri amici, dell'iniziativa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -