Cesena, due nuove sale per la chirurgia pediatrica al Bufalini

Cesena, due nuove sale per la chirurgia pediatrica al Bufalini

Cesena, due nuove sale per la chirurgia pediatrica al Bufalini

CESENA -Un ospedale sempre più a misura di bambino. Nell'ambito del progetto "Sala operatoria a misura di bambino", mercoledì 1 dicembre, alle 11.30, saranno inaugurate due nuove sale all'interno del blocco operatorio dell'ospedale Bufalini, destinate all'accoglienza e al risveglio post operatorio dei bambini sottoposti a interventi chirurgici. Prosegue l'impegno dell'Azienda Usl di Cesena per aiutare i piccoli pazienti ad affrontare serenamente la malattia e il percorso di cura.

 

Questo grazie al contributo di Hera S.p.a. e dei tanti cittadini e delle aziende del territorio che in questi anni si sono dimostrati sensibili alla causa. E nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, spazio al workshop aperto al pubblico "Un ospedale a colori", dedicato agli effetti della clown terapia e dell'umanizzazione pittorica sui pazienti ricoverati, con la presentazione dei risultati della ricerca dell'Università di Psicologia condotta sull'esperienza maturata in questi anni.

 

Al taglio del nastro delle nuove sale saranno presenti il Direttore Generale dell'Ausl di Cesena Maria Basenghi, l'Assessore alla Sanità della Regione Emilia Romagna Carlo Lusenti, il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, il consigliere di Hera Spa Roberto Sacchetti, il Presidente del Comitato per il territorio Hera di Forlì-Cesena Paolo Talamonti e il vicario del Vescono monsignor Virgilio Guidi.

 

L'allestimento di entrambe le stanze è stato curato dallo Studio Juxi dell'artista Sally Galotti, che già aveva realizzato l'umanizzazione della degenza pediatrica, mentre per i disegni sono stati scelti, dalla Direzione Sanitaria dell'Ausl e dal personale specializzato dell'area operatoria, soggetti che rappresentano ampi orizzonti e scenografie ispirate al tema del mare.

 

L'area destinata all'accoglienza è stata chiamata "Sala del Galeone", mentre la "Sala Delfini" è l'area destinata al risveglio post operatorio dei piccoli pazienti. Le due aree, costate complessivamente circa 23.700 euro, sono state realizzate grazie a un finanziamento di Hera Forlì-Cesena. (16.700 euro) e al ricavato della raccolta fondi portata avanti dall'Ausl di Cesena (circa 7000 euro) e accolta da numerosi cittadini e aziende del territorio, tra le quali Formula Servizi, Comce e Sidermec. Il progetto di umanizzazione pittorica si inserisce nel progetto più ampio di ristrutturazione del blocco operatorio pediatrico, che prevede un percorso assistenziale strutturato per i piccoli pazienti e l'integrazione dei murales colorati con arredi e complementi coordinati affinché il piccolo paziente si possa distrarre giocando, riducendo l'ansia dei momenti che precedono l'ingresso in sala operatoria e dall'altro rendendo più dolce e meno traumatico il risveglio post operatorio.

 

Durante il workshop del pomeriggio, sarà presentata la ricerca condotta dall'Università di Psicologia di Cesena sugli effetti dell'umanizzazione pittorica sulla percezione delle qualità affettive dell'ambiente in un reparto di Pediatria e saranno confrontate alcune delle migliori esperienze in questo ambito realizzate negli ospedali italiani. Focus, poi, sulla clownterapia e al suo utilizzo come sostegno alla cura nelle terapie invasive con l'esperienza del Centro Grandi Ustionati del Bufalini. A completare il programma del workshop saranno la presentazione dell'art therapy, del percorso chirurgico pediatrico e del progetto "Pediatria a misura di bambino".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -