Cesena: elezioni di quartiere il 21-22 marzo

Cesena: elezioni di quartiere il 21-22 marzo

Le elezioni per il rinnovo dei Consigli di Quartiere di Cesena si potranno svolgere il 21 e il 22 marzo 2010, in concomitanza con le elezioni regionali. A dare il via libera il Ministero dell'Interno, rispondendo a uno specifico quesito presentato dal Comune di Cesena alla Direzione Centrale dei Servizi Elettorali del Ministero. La comunicazione ufficiale è arrivata nei giorni scorsi tramite la  Prefettura di Forlì-Cesena.

 

"Si esprime parere favorevole - si legge nella nota inviata dal Ministero - allo svolgimento, presso il Comune di Cesena, delle elezioni dei Consigli di Quartiere nei medesimi giorni di svolgimento delle elezioni regionali, a condizione, come peraltro evidenziato dallo stesso Comune, che le operazioni elettorali si svolgano in uffici di sezione diversi da quelli istituiti per le elezioni regionali e non interferiscano in alcun modo con il relativo procedimento".

 

"Si tratta di un risultato significativo per il Comune di Cesena - sottolinea il sindaco Paolo Lucchi -, che ci rende molto soddisfatti e che conferma la validità della scelta compiuta a suo tempo di rinviare di un anno il rinnovo dei Consigli di Quartiere. Auspicavamo una soluzione di questo tipo: la contemporaneità con la consultazione regionale favorirà, senza dubbio, la partecipazione degli elettori, permettendo un coinvolgimento maggiore rispetto ai casi in cui (anche in località vicine a noi) si è scelto di effettuare comunque il voto per i Quartieri separatamente. Di fronte a questo risultato desidero ringraziare il prefetto Angelo Trovato, che ci ha dato il suo supporto e si è fatto parte attiva presso il Ministero per rendere celeri i tempi di risposta e, soprattutto, per ottenere una risposta positiva. Il parere fornitoci introduce un elemento di grande novità in questa materia, rendendo Cesena un laboratorio a livello nazionale".

 

La questione delle elezioni nei Quartieri si era aperta  dopo che la finanziaria 2008 aveva escluso, per le città con meno di 100mila abitanti, la possibilità di istituire i Quartieri come forma di decentramento. "Ma a Cesena - ricorda il sindaco - non si è voluto rinunciare a questa preziosa esperienza di democrazia nata negli anni Settanta. Così, nella primavera scorsa, sono state riviste l'organizzazione e le funzioni dei Quartieri, trasformandoli da organismi di decentramento in organismi di partecipazione e mirando a rafforzarne il ruolo di primi interlocutori dei cittadini sul territorio".

"A quel punto, però - spiega l'assessore ai Quartieri Maura Miserocchi  - si è posto il problema di stabilire quando e come eleggere i Consigli di Quartiere: la normativa stabilisce chiaramente che questa consultazione non si può svolgere contemporaneamente alle elezioni amministrative (come si era sempre fatto in passato) e neppure durante le operazioni di voto per le politiche. Non dà, però, indicazioni per quanto riguarda le elezioni regionali. Proprio sulla base di questo ‘silenzio' del legislatore il Comune si è rivolto al Ministero dell'Interno per capire se era percorribile questa strada. Il parere favorevole della Direzione Centrale dei Servizi Elettorali scioglie ogni dubbio".

"Già dalla prossima settimana - anticipa il sindaco - avvieremo i percorsi di preparazione al voto, nell'ambito del processo di valorizzazione del ruolo dei quartieri che abbiamo già avviato. Intanto, copia della lettera con cui la Prefettura ci comunica il parere del Ministero sarà trasmessa a tutti i presidenti e i consiglieri in carica".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -