Cesena, Eni non vuole il distributore Conad. Ricorso al Presidente della Repubblica

Cesena, Eni non vuole il distributore Conad. Ricorso al Presidente della Repubblica

Cesena, Eni non vuole il distributore Conad. Ricorso al Presidente della Repubblica

CESENA - La paventata apertura di un distributore a marchio Conad al centro commerciale Montefiore aveva già suscitato le ire dei benzinai del cesenate, alcuni dei quali avevano presentato ricorso al Tar, contro il Comune. Ma questa volta a muoversi è il colosso dell'energia Eni, che presenta ricorso direttamente al Presidente della Repubblica, contro Comune e Provincia di Forlì-Cesena, per impedire la costruzione del distributore. In una nota la Conad ironizza su "un elefante che teme il topolino".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella nota stampa di Conad si precisa che il distributore a loro marchio avrebbe, come in altre zone, prezzi in media più bassi di quelli delle altre pompe. Eni, dunque si attacca alla concorrenza sleale per il ricorso. Conad punta il dito, parlando di monopolio. Dal 2005 al 2011 sono stati aperti 11 distributori. Ora è guerra tra Davide e Golia   

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di ing. Caroli
    ing. Caroli

    Concorrenza sleale? Mi sembra un'affermazione grottesca. CONAD (sì,proprio loro, i beccamorti di Ponte Abbadesse, quelli che ho deciso di boicottare a livello nazionale) ha già un altro distributore in Romagna, per la precisione a Faenza. Qualcuno allora mi deve spiegare perché molta gente, là, invece di andarci, preferiscono il TAMOIL 500 metri prima, con prezzo poco diverso. Tutti nemici della cooperativa rosso/francese? Tutti coi cari estinti nel cimitero centrale di Cesena? Tutti ascoltatori del mio verbo boicottante? Macché: ci deve essere dell'altro. Forse è perché sostituire gli iniettori a causa di gasolio scadente costa assai di più di quello che si risparmia (ma si risparmia?) ad andare a farci il pieno... Personalmente preferisco andare a Cesena in via Dismano, oppure a Forlì sull'Asse di Arroccamento: non dico i marchi per non fare pubblicità, ma, insomma, in un caso è un marchio di stato europeo a guida socialista e... mi fermo qui.

  • Avatar anonimo di MirkoM
    MirkoM

    :d Eccolo qua ... unaltro fan/fanatico della grande distribuzione: oramai siamo inesorabilmente accerchiati, e sarà sempre peggio tentar di sfuggire dalle grinfie di questi "subdoli" predatori commerciali come Conad Coop e via dicendo. (MA CHE SCHIFO!). Io e non solo io, il mio personale boicottaggio l'ho messo in pratica già da un bel pezzo caro lei: "si dice tanto del Governo che mette le mani nelle tasche dei cittadini", e questi centri commerciali cosa fanno ... se non Mettere le mani anche nel nostro quotidiano "cambio di mutande?" PS. Ma pussavia "scarafaggio!"

  • Avatar anonimo di Ian
    Ian

    Eni, che presenta ricorso (..) per (..) concorrenza SLEALE ???? ??? Questi ci aumentano i prezzi ogni santo giorno, senza una motivazione concreta, e parlano (LORO) di CONCORRENZA SLEALE ! ??? Ma che schifo ! Sarebbero da boicottare i distributori ENI solo per questa insana ridicola, assurda richiesta. Sempre di male in peggio.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -