Cesena: false licenze per noleggio autobus, denunciate dodici persone

Cesena: false licenze per noleggio autobus, denunciate dodici persone

Cesena: false licenze per noleggio autobus, denunciate dodici persone

CESENA - Aveva trasformato un appartamento di Gatteo in una centrale dove venivano prodotte false licenze per l'esercizio dell'attività di noleggio di autobus con conducente. Tali venivano poi vendute ai titolari di imprese di noleggio, a conoscenza della provenienza illecita delle carte, per cifre variabili tra i 4mila ed i 5mila euro. Un cosentino di 29 anni, C.P., è stato denunciato insieme ad altre undici persone dagli agenti della Polizia Stradale di Forlì.

 

>LE IMMAGINI DEI VEICOLI

 

Le dodici persone sono accusate di reati che vanno dalla contraffazione di pubblici sigilli, falsità materiale, uso di atti falsi, ricettazione di documenti, induzione in errore di funzionari della Motorizzazione Civile e falsità ideologica. L'operazione denominata "Ponente", svolta dal personale della Squadra di Polizia Giudiziaria, coordinati dal pm di Forlì Marco Forte, ha consentito di individuare in un appartamento di Gatteo una vera e propria centrale operativa gestita da C.P., titolare di un'impresa di noleggio autobus con conducente.

 

Il giovane, trasferitosi in Romagna, ha dato vita ad un'illecita attività di produzione di false licenze per l'esercizio dell'attività di noleggio di autobus con conducente. La documentazione contraffatta veniva poi venduta per cifre non inferiori ai 5mila euro ad altri titolari di imprese di noleggio (a conoscenza della provenienza illegale dei documenti acquistati) apparentemente rilasciate loro da comuni dell'area cosentina.

 

Tra questi la cesenaticense F.O., 53 anni, titolare di una ditta di trasporto di persone mediante servizi di linea e turistici con sede a Cesenatico: il cesenate R.P., 49, proprietario di una ditta di autoservizi con sede a Cesena; e Z.G., 60 anni, titolare di un'impresa di trasporto persone con sede a Cesena. Gli agenti hanno eseguito anche numerose perquisizioni nelle abitazioni dei titolari delle ditte e nelle sedi stesse delle imprese nel corso delle quali hanno rinvenuto documentazione falsa e contraffatti, falsi timbri dove erano stati riprodotti l'effige di enti pubblici e computer utilizzati per la realizzazione di documenti. Inoltre sono stati posti sotto sequestro anche carte di circolazione e targhe che erano state illecitamente conseguite dai proprietari delle aziende inducendo in errore i funzionari della Motorizzazione Civile.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta ha consentito di porre fine alla circolazione di automezzi, il più dei quali destinati al trasporto di bambini sotto forma di servizi scolastici ed anche quello di trasporto di persone disabili. In totale sono stati 12 i mezzi, tra cui otto autobus, fermati dalla Polizia Stradale prima del periodo interessato alle gite scolastiche. Sono in corso ulteriori accertamenti.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -