Cesena, Favia (5 Stelle): "Case Missiroli, nesso tra situazione ambientale e decessi?"

Cesena, Favia (5 Stelle): "Case Missiroli, nesso tra situazione ambientale e decessi?"

Cesena, Favia (5 Stelle): "Case Missiroli, nesso tra situazione ambientale e decessi?"

CESENA - "Il problema dello smaltimento di strutture in amianto deve essere prioritario per la tutela della popolazione ed ogni sforzo va attivato dal punto di vista regionale per prevedere una mappatura dei siti da bonificare". E' quanto afferma Giovanni Favia (5 Stelle) in un'interrogazione alla Regione sulla situazione della frazione di Case Missiroli dove "in un abitato di circa tredici abitazioni nell'arco di dieci anni si sono registrati ben 17 decessi causati da sia tumori"

 

"Tumori ai polmoni, al fegato, allo stomaco, alla prostata, all'utero, che per demenza senile precoce. E dove si sono anche registrati 2 malati di Alzheimer, 1 malato di Parkinson, 1 malato d'asma, 1 sostituzione di valvola cardiaca e diversi problemi alle vie respiratorie per un considerevole numero di abitanti"

 

"In questa area - segnala il consigliere - sono presenti "un elettrodotto, diversi capannoni industriali con tetti ricoperti da amianto in pessimo stato conservativo, l'ex cementificio Italtubi anch'esso con tetti ricoperti d'amianto e dove 5 ex dipendenti sono deceduti a causa di tumore al fegato".

 

Considerato che dal 2008 un comitato di cittadini della frazione "chiede invano di poter incontrare gli amministratori del Comune di Cesena e Longiano", Favia domanda se la situazione di Case Missiroli di Cesena è nota al competente assessorato regionale e se ritenga necessario, insieme all'Ausl di Cesena e alle amministrazioni comunali, compiere una seria indagine epidemiologica che analizzi ogni possibile correlazione tra la drammatica situazione ambientale ed i decessi registrati negli ultimi anni. L'indagine epidemiologica - osserva - dovrà comprendere più fattori di rischio: elettrosmog, inquinamento atmosferico derivato da traffico e produzioni industriali e inquinamento da amianto.

 

Il consigliere vuole poi sapere quali azioni intenda intraprendere la Regione per far sì che, a livello precauzionale, tutte le strutture con presenza d'amianto presso Case Missiroli siano bonificate al più presto, coinvolgendo sia i proprietari che gli enti locali interessati. Da ultimo Favia chiede all'esecutivo regionale cosa intenda fare , di concerto con gli enti locali, perchè nella frazione in questione e nelle zone limitrofe sia migliorata la qualità dell'aria e sia garantita la protezione da inquinamento elettromagnetico, studiando la possibilità di interrare l'elettrodotto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -