Cesena, Ficcadenti riunisce i suoi in vista della Juventus

Cesena, Ficcadenti riunisce i suoi in vista della Juventus

Cesena, Ficcadenti riunisce i suoi in vista della Juventus

CESENA - Dopo la sconfitta interna di domenica scorsa contro la Sampdoria, il Cesena si è riunito martedì mattina al Centro Sportivo Rognoni di Villa Silvia per iniziare la preparazione in vista della delicata trasferta di Torino contro la Juventus. Tutto il gruppo si è allenato regolarmente ad eccezione di Igor Budan che ha proseguito nel lavoro differenziato in vista della visita decisiva dal professor Maertens, che lo ha operato a metà luglio, lo scorso 5 novembre.

 

>IL CESENA STENTA. DI CHI E' LA COLPA? ESPRIMI LA TUA PREFERENZA

 

Assente anche il centrocampista Fabio Caserta, che martedì si è sottoposto ad una risonanza magnetica che ha dato come esito uno stiramento del collaterale mediale del ginocchio destro. Il giocatore tra dieci giorni indosserà un tutore e poi potrà iniziare la riabilitazione. Da valutare i tempi di recupero. Ficcadenti da mercoledì studierà la formazione anti-Juventus che sarà provata giovedì pomeriggio alle 15 per l'amichevole contro l'Imolese Calcio a Imola.

 

Martedì ha parlato Marco Parolo: "Nonostante la sconfitta abbiamo giocato una bella partita,  purtroppo al primo errore ci hanno punito. Siamo un gruppo compatto e unito, stiamo lavorando tutti attorno al mister, abbiamo bisogno di cambiare mentalità, quest'anno non siamo più il Cesena che deve vincere il campionato ma da quest'anno siamo il Cesena che si deve salvare, forse bisogna che iniziamo anche ad accontentarci e a pensare solo a difenderci negli ultimi minuti senza spingerci troppo avanti".


Siamo una squadra molto giovane, io stesso sono alla mia prima esperienza in A, sto studiando per cercare di correggere i miei errori - ha garantito il centrocampista -. Domenica andiamo a Torino contro la Juventus, sappiamo che sarà una partita difficile ma anche a Roma partivamo per spacciati e contro il Milan tutti ci davano per sconfitti. Ora abbiamo bisogno di migliorare nei minuti finali, e guardare più a difendersi che attaccare".

 

"Noi giovani dobbiamo crescere in fretta, migliorare questi aspetti bruciando le tappe, anche 1 punto in ottica salvezza diventa fondamentale - ha chiosato -. Sappiamo che in A ci possiamo stare fino ad ora ce la siamo giocata con tutti, abbiamo solo bisogno di diventare più cinici."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -