Cesena, Ficcadenti tira fuori le unghie: "Lotteremo fino alla fine"

Cesena, Ficcadenti tira fuori le unghie: "Lotteremo fino alla fine"

Cesena, Ficcadenti tira fuori le unghie: "Lotteremo fino alla fine"

CESENA - La provvidenziale vittoria con la Samp di domenica ridà fiato ai bianconeri che sono in zona salvezza seppur virtuale. Si respira un'aria più tranquilla e distesa rispetto alle contestazioni di due settimane fa e Ficcadenti sceglie questo momento per "fare il punto sulla situazione". L'obiettivo principale è sempre lo stesso: restare in A. Come fare? "A volte lavoriamo anche 20 ore al giorno". Promossi Jimenez e Giaccherini, rimandato Malonga.

 

"Dobbiamo essere umili, stare sul pezzo e lottare fino alla fine", sono questi gli ingredienti della ricetta Ficcadenti per restare in A. Un traguardo che sembra nell'aria viste le ultime due partite disputate dai bianconeri che hanno cambiato la parte bassa della classifica.

 

"Siamo tornati in corsa e messo nei guai altri che sembravano più tranquilli. - dice Ficcadenti - Vedi La Samp che ha fatto le eliminatorie per la Champions ma che ora è calata parecchio. Questo fa capire l'importanza della tenuta mentale e della compattezza della squadra".

 

Prossima tappa con la Juve con cui "dobbiamo crederci e cercare di fare risultato. Il nostro vantaggio? Siamo abituati a lottare. Lo facciamo fin dall'inizio per la salvezza".

 

Il mister riconosce l'importanza della fase del campionato, un momento "cruciale" e che sa di resa dei conti. Inizia raccontando il suo arrivo a Cesena e affronta subito il tema della sua accoglienza a Cesena. "Ci sono state incomprensioni e malintesi e cose che a pelle all'inizio non sono andate; questo non ha portato secondo me un beneficio alla squadra", ammette il mister.

 

Svela poi la scelta dei giocatori. Un finto mistero visto che è la stessa misura che adotta la maggior parte degli allenatori di calcio. "La fiducia ce la si guadagna negli allenamenti, chi ci crede di più, chi da più risultati durante la settimana ha la mia fiducia". Il richiamo a Malonga è chiaro e non lo smentisce lo stesso Ficcadenti: "ha delle ottime capacità tecniche ma si sta mettendo in luce ora negli allenamenti". Ottimi invece Jimenez e Giaccherini.

 

L'allentore prosegue scherzando quando dice: "Le scommesse che mi davano esonerato? Se uno avesse avuto coraggio avrebbe fatto i soldi". Poi torna serio quando ammette che i momenti più difficili ci sono stati dopo il derby con il Bologna. "Per non ripetere gli errori - dice Ficcadenti - abbiamo sempre la testa sul Cesena e, con i colleghi, capita di lavorare 20 ore". E intanto c'è chi va controcorrente e ha pronte le magliette con su scritto: Io sto con Ficcadenti.


Alessandro Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -