Cesena, Fiera di San Giovanni. Gli ambulanti contro il Luna Park

Cesena, Fiera di San Giovanni. Gli ambulanti contro il Luna Park

Cesena, Fiera di San Giovanni. Gli ambulanti contro il Luna Park

CESENA - "I buoni propositi con cui il Comune aveva avvisato i sindacati di categoria degli ambulanti sull'orientamento di spostare il luna park in una area più consona non solo non si sono concretizzati ma addirittura hanno peggiorato la situazione anticipando la collocazione del Luna Park in Viale Mazzoni". La Fiera di San Giovanni si avvicina, e gli ambulanti aderenti a Confesercenti fanno sentire la loro preoccupazione: "Per noi aumenteranno i disagi"

 

"Con questa decisione non saranno più due ma tre le giornate di disagio procurate a circa una quarantina di operatori del mercato che per ben tre mercati (un mercoledì e due sabati) dovranno trasferire il proprio banco di vendita in un'altra area con notevoli disagi logistici e, ciò che più preoccupa, con gravi danni economici coma già segnalato da anni dall'ANVA cesenate" si legge in una nota dell'associazione.

 

"Siamo allibiti ed increduli di quello che sta accadendo - dichiara Gabriele Fantini, presidente degli ambulanti aderenti alla Confesercenti - eravamo tutti in attesa di una convocazione da parte dell'amministrazione per discutere alcuni aspetti circa la collocazione del Luna Park ed invece ci troviamo a fare i conti con uno spostamento di tre giorni per una quarantina di colleghi".

 

"Non possiamo accettare - prosegue il presidente dell'ANVA - decisioni non condivise che ripercuotono i loro effetti sulla pelle dei nostri associati. La crisi economica ed il maltempo hanno già segnato fortemente la solidità economica di molte piccole aziende come quelle che operano nel settore dell'ambulantato. Tre giorni di mercato di fatto persi produrranno conseguenze di difficoltà per molti operatori."

 

"Voglio fare un appello all'amministrazione comunale - conclude Fantini - affinché prevalga quel senso di collaborazione e di condivisione di programmi e progetti che nel corso degli anni hanno permesso al nostro mercato di diventare uno dei più apprezzati e frequentati della regione. Se ciò avverrà, l'amministrazione potrà fare affidamento sul nostro sindacato trovando in esso un interlocutore serio e competente pronto a fare la sua parte nell'interesse dei propri associati e per il bene della città, altrimenti non lesineremo ogni forma di iniziativa volta alla salvaguardia dei diritti e degli interessi della nostra categoria".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -