Cesena, Fli va all'incontro pubblico targato Pd con Finocchiaro e Bonaccini

Cesena, Fli va all'incontro pubblico targato Pd con Finocchiaro e Bonaccini

CESENA - Due esponenti del movimento "finiano" di Futuro e Libertà, il consigliere provinciale Giordano Anconelli e la coordinatrice di Forlì-Cesena Elisa Petroni, si sono recati giovedì sera ad un'assemblea pubblica del Pd di Cesena alla presenza della capogruppo Pd al Senato Anna Finocchiaro, e del segretario regionale Stefano Bonaccini."E' una notizia che bene esemplifica lo specchio dei nuovi tempi, ma la nostra collocazione politica - scherza Elisa Petroni- non è cambiata di una virgola".

 

"Siamo fermamente collocati nell'area della destra atlantica e non siamo disposti a scendere a compromessi sui nostri ideali. Semplicemente, abbiamo trovato giusto partecipare e sono sicura che la nostra stessa presenza porterà a riflettere allontanando il clima da perenne guerra civile e steccati ideologici. La nostra partecipazione è stata comunque un forte segno di coerenza con l' idea di dialogo tra le parti che abbiamo e soprattutto un forte segnale di cambiamento nell'approccio anche con l'avversario politico che non deve essere mai scambiato per un nemico da abbattere ad ogni costo".

 

"Fra Pd e Futuro e Libertà , effettivamente, alcune convergenze politiche su certe tematiche si sono già verificate in Parlamento. Abbiamo votato insieme all'opposizione sull'uso delle intercettazioni a carico dell' ex sottosegretario Nicola Cosentino; una prima intesa su alcuni principi di fondo per la riforma del sistema elettorale è stata già raggiunta, con la bozza che sta venendo fuori rinviabile sommariamente al sistema tedesco; abbiano detto 'no' all'entrata in vigore della cosiddetta legge bavaglio; e la lista potrebbe continuare. Ma che non rimanga il dubbio: è verissimo che a livello locale i 'finiani' si sono tenute le mani libere per ogni accordo, ma è altrettanto certo che la nostra formazione, la nostra storia e le nostre proposte continuano ad essere nelle aree metropolitane romagnole decisamente antitetiche alle logiche di conservazione del potere che albergano nella sinistra e nelle stesse istituzioni e lontane mille miglia da quella commistione fra interessi pubblici e privati e conflitti di interessi che attraversano il tessuto economico e sociale e la classe egemone che dal dopoguerra perpetua la gestione del potere": afferma Giordano Anconelli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -