Cesena, Franchini (Lega): "Dal Comune nessuna apertura sui blocchi del traffico"

Cesena, Franchini (Lega): "Dal Comune nessuna apertura sui blocchi del traffico"

CESENA - Per l'ennesima volta la maggioranza consiliare si chiude in se stessa e respinge le richieste avanzate dal mondo imprenditoriale, politico e dalla stragrande maggioranza dei cittadini, di un confronto sulla misura del blocco del traffico il giovedì.

 

Un espediente questo che non rappresenta una soluzione al problema, ma è solo un provvedimento di facciata, inutile e demagogico.

 

L'unico soggetto a trarne un motivo di guadagno è l'amministrazione comunale che percepisce dalla Regione Emilia - Romagna 300 mila euro di finanziamenti per l'accordo di programma 2009 - 2010 stipulato con la stessa.

 

Questi sono provvedimenti che non risolvono il problema delle polveri sottili, ma sono invece quelli più semplicistici: difatti bloccare la circolazione un giorno a settimana, quattro giovedì al mese non serve a ridurre il PM 10 nell'aria.

 

Nessun paese estero pratica più il blocco settimanale, così come il ricorso alle targhe alterne tanto di moda negli anni scorsi: però la nostra amministrazione si ostina a perseguire questa strada nonostante le voci che si levano dalle maggiori associazioni di categoria, nonché dal nostro partito circa l'inutilità della misura e la dannosità di questa per il commercio e dell'artigianato.

Il nostro partito ha denunciato il fatto che il blocco totale della circolazione non ha sortito alcun effetto benefico e soprattutto provato sulla diminuzione di polveri sottili a Cesena, le rilevazioni difatti non sono per nulla attendibili dato che le centraline deputate al controllo dell'aria sono state spostate dal centro in zone di minor transito.

 

Non si capisce poi alla luce dei fatti il senso del provvedimento che ha tolto la chiusura dei negozi il giovedì e l'aver limitato contestualmente il traffico per l'accesso al centro storico: misure in netto contrasto tra di loro.

 

Meglio sarebbe puntare invece su interventi strutturali, i soli in grado di risolvere efficacemente i problemi di inquinamento che il nostro partito ha sintetizzato in:

Imporre l'utilizzo per la costruzione e la manutenzione delle strade di asfalti speciali contro le polveri sottili maggiormente resistenti, i quali sono già disponibili sul mercato.

Lavaggio delle strade maggiormente trafficate, unico modo rapido e comprovato per diminuire le polveri sottili.

 

Un reale potenziamento del trasporto pubblico urbano, rendendolo più efficace, preciso, confortevole ed esteso e rilanciandolo attraverso politiche di marketing più incisive come quella per esempio di fornire l'ingresso gratuito ai mezzi pubblici nelle giornate di giovedì come sta facendo il vicino comune di Ravenna in modo intelligente.

 

Più in generale si deve cercare di offrire ai cittadini maggiori alternative per lo spostamento e non, come sta facendo sempre di più questa amministrazione, imporgli dei provvedimenti dall'alto.

Questo provvedimento rappresenta in sintesi solamente un danno ai commercianti ed un motivo di disagio per gli automobilisti che, per garantirsi mobilità, reddito e, in definitiva, libertà utilizzano la propria autovettura, ma alla maggioranza che governa il Comune di Cesena questo non interessa.

 

Diego Franchini, consigliere comunale a Cesena per la Lega Nord

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -