Cesena, frode 'carosello'. La Finanza sequestra beni e conti correnti

Cesena, frode 'carosello'. La Finanza sequestra beni e conti correnti

Cesena, frode 'carosello'. La Finanza sequestra beni e conti correnti

CESENA - "Romagna". E' questo il nome della maxi operazione che ha permesso agli uomini della di Finanza del comando di Forlì-Cesena di scoprire tra il 2008 ed il 2009 un' ingente frode 'carosello', con 33 persone coinvolte. Il lavoro degli inquirenti ha portato all'arresto di 16 persone, dieci misure interdittive, tre obblighi di dimora nei confronti di altrettanti soggetti ed il sequestro preventivo beni immobili, conti correnti, assegni, titoli e polizze assicurative.

 

L'indagine svolta dalle Fiamme Gialle di Cesena e dall'Agenzia delle Dogane di Forlì è iniziata nel 2006 dopo un controllo in materia di accise nei confronti di una ditta cesenate che opera nel settore della grande distribuzione di bevande. Il lavoro degli inquirenti aveva permesso di scoprire che l'azienda aveva utilizzato documentazione doganale falsificata di esportazione di birra, di fatto mai realizzata, al fine di ottenere ingenti rimborsi di imposta.

 

I militari hanno poi individuato il coinvolgimento nelle frodi 'carosello' di amministratori e di responsabili di aree commerciali di grosse aziende, operanti nel settore della grande distribuzione alimentare e non. Per ora è stata verificata l'emissione di fatture per operazioni inesistenti per circa 200 milioni di euro di imponibile con relativa evasione di Iva per circa 42 milioni di euro e per oltre 2 milioni di euro di accise.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -