Cesena, frutta nelle scuole: coinvolti 15mila strudenti in provincia

Cesena, frutta nelle scuole: coinvolti 15mila strudenti in provincia

CESENA - Distribuzione gratuita di frutta e verdura a merenda all'interno delle scuole primarie per promuovere abitudini alimentari sane ed equilibrate fin dall'infanzia e combattere obesità e malattie cardiovascolari. Questo l'obiettivo della campagna "Frutta nelle scuole", il programma promosso dall'Unione Europea e gestito dal Ministero delle Politiche Agricole in collaborazione con le Regioni e Province autonome, che in Emilia-Romagna coinvolge 73.646 alunni per un totale di 414 plessi scolastici sul territorio regionale.

 

Nella sola provincia di Forlì-Cesena gli alunni coinvolti sono 14.483 in 82 plessi . A livello nazionale il progetto, coinvolge 1 milione e 300 mila bambini con una copertura del 30% delle scuole primarie, per un finanziamento complessivo di 36 milioni di euro. Il programma, che è giunto alla seconda annualità e che prevede anche una serie di misure di accompagnamento, quali giornate a tema, creazione di orti scolastici, visite in fattorie didattiche e orti botanici, è stato presentato oggi a Bologna presso la scuola Istituto comprensivo n°3 Lame, plesso Bottego da Mario Tamanti, direttore di Apofruit Italia, capofila del raggruppamento di imprese che si è occupato di distribuire la frutta nelle scuole primarie dell'Emilia-Romagna, Massimo Brusaporci, direttore di Alimos, la cooperativa che si è occupata di progettare e realizzare le attività formative e da Eleonora Iacovoni, Dirigente del Ministero delle Politiche Agricole.

 

"Frutta nelle scuole - ha detto l'assessore regionale all'agricoltura Tiberio Rabboni intervenendo all'iniziativa - è il più importante programma di educazione al consumo consapevole di frutta e verdura mai realizzato in Italia. Un programma che affronta in modo serio il problema dell'educazione alimentare delle giovani generazioni cercando di contrastando la concorrenza di merendine e pubblicità televisiva." Degli otto bandi promossi dal Ministero dell'agricoltura per l'aggiudicazione delle forniture di frutta, quattro sono stati vinti da raggruppamenti di imprese emiliano-romagnole. "Un risultato - ha sottolineato Rabboni - dietro al quale c'è la qualità dei nostro prodotti e la capacità organizzativa delle nostre imprese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -