Cesena, generosa donazione a favore dell’ospedale Bufalini

Cesena, generosa donazione a favore dell’ospedale Bufalini

Ancora una preziosa donazione da parte di un privato cittadino a favore dell'ospedale Bufalini di Cesena. Un oftalmoscopio binoculare, del valore di 13.164 mila euro, è stato donato all'Unità Operativa di Oculistica dal signor Luciano Lucchi. Si tratta di una sofisticata attrezzatura di ultima generazione, già utilizzata al Bufalini per la cura della retinopatia del neonato, una grave patologia che può colpire la retina dei bambini nati prima della trentaduesima settimana di gestazione. 

 

La consegna è avvenuta questa mattina, mercoledì 6 luglio, nel reparto di Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale dell'ospedale Bufalini di Cesena. Presenti, tra gli altri, il direttore generale dell'Ausl di Cesena Maria Basenghi, il direttore dell'unità operativa Oculistica Giovanni Pirazzoli, il direttore del reparto di Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale Augusto Biasini e il signor Lucchi.

 

La nuova attrezzatura permette di effettuare la laser terapia nei bambini prematuri colpiti da retinopatia, con il grande vantaggio di poter trattare i piccoli pazienti direttamente in terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale del Bufalini, evitando così il loro trasferimento in altre strutture sanitarie, spesso distanti. Il piccolo viene sedato dal neonatologo che lo ha abitualmente in cura nel lettino termo riscaldato o nella termoculla e l'oculista esegue la laserterapia.

 

La retinopatia della prematurità (ROP) è una malattia la cui frequenza tende ad aumentare nei pretermine di peso ed età gestazionale estremamente bassi e, se non viene precocemente diagnosticata e curata, diventa  la principale causa di cecità nei bambini al di sotto dei 6 anni. Nei nati prematuri, infatti, i vasi retinici hanno ancora caratteristiche fetali e, nelle prime settimane di vita,  possono svilupparsi in modo anomalo portando successivamente al distacco della retina ed alla conseguente cecità. La procedura con il laser permette di intervenire nelle stadi molto precoci della malattia, evitando la sua progressione verso le forme più gravi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donazione del laser portatile, estremamente maneggevole, rende possibile l'esecuzione della terapia anche negli adulti affetti da malattie retiniche. Lo strumento può infatti essere utilizzato durante gli interventi chirurgici su pazienti che non riescono a partecipare attivamente al trattamento per difficoltà di posizionamento o di collaborazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -