Cesena, già al lavoro per Macfrut 2011

Cesena, già al lavoro per Macfrut 2011

Cesena, già al lavoro per Macfrut 2011

Macfrut 2011 si terrà a Cesena da mercoledì 5 a venerdì 7 ottobre. La 28° edizione della maggior rassegna del bacino del Mediterraneo, dedicata all'intera filiera ortofrutticola, si è ormai consolidata nell'appuntamento autunnale. Tanto che la scorsa edizione (2010) fece registrare un +5% di espositori, specialmente esteri, e +1% di visitatori qualificati (con un incremento del +3% dall'estero). L'organizzazione è già cominciata.

 

Macfrut si propone, anche per il 2011, come punto di riferimento di tutta l'ortofrutticoltura (dalle sementi agli imballaggi) rivestendo il ruolo di spazio espositivo e di occasione di business, oltre a mantenere un alto livello di momento di incontro e confronto internazionale per l'elaborazione e la definizione delle prospettive del settore. Le "parole d'ordine" per il 2011 saranno: innovazione, internazionalizzazione e maggior attenzione ai nuovi modi di consumare F&V.

 

L'Italia è la maggiore produttrice di frutta e verdura in Europa (25% del totale), mentre, con il 2% della produzione mondiale, si attesta al sesto posto dopo colossi quali la Cina (37% del totale) India (10%), USA (4%) Brasile e Turchia (entrambi 3%). L'ortofrutta italiana, con un volume di oltre 31 milioni di tonnellate, realizza un fatturato complessivo di poco più di 22 miliardi di Euro, cui ha concorso il forte export (3,1 miliardi di Euro), dimostrando così tutta la capacità dell'ortofrutta di essere un veicolo del Made in Italy. L'ortofrutta rappresenta una voce importante nella spesa delle famiglie italiane: 14 miliardi di Euro per acquistare 8,4 milioni di tonnellate di ortofrutta. E' il dato annuale risultato dell'Osservatorio dei consumi ortofrutticoli delle famiglie italiane, uno strumento di cui Macfrut si è dotato per fornire ad operatori ed esperti rilevazioni mensili degli andamenti negli acquisti.

 

A Macfrut si danno appuntamento operatori da tutto il mondo per fare il punto sull'andamento del mercato e sulle ultime novità della produzione. Il programma della manifestazione si articola anche in vari convegni che affrontano ad alto livello, con relatori ed esperti internazionali, alcuni degli aspetti più rilevanti del momento, con l'ottica di fornire elementi di comprensione e di attività per gli addetti ai lavori e per gli operatori.Grande attenzione è dedicata ai nuovi modi di consumare frutta e verdura. Accanto ai tradizionali prodotti freschi e surgelati, largo spazio è riservato ai prodotti di IV e V gamma: a Macfrut si potrà scoprire come saranno la frutta e la verdura che mangeremo nel prossimo futuro e le tendenze che si stanno imponendo sul mercato.

 

Fra gli oltre 700 espositori della rassegna, oltre ai leader mondiali dell'intera filiera ortofrutticola, saranno presenti anche la grande distribuzione moderna italiana ed internazionale, le imprese della IV e V gamma le aziende sementiere i trasformatori e le aziende della "catena del freddo", senza trascurare il Biologico e le proposte di educazione alimentare per le scuole. Macfrut proseguirà nella valorizzazione dell'innovazione, che deve essere di prodotto e di processo. A questo proposito si terrà la seconda edizione dell' "Oscar Macfrut". Macfrut punterà ancor più decisamente ad una presenza di operatori esteri (dai produttori alla GDO). E si sono visti già dei risultati alla recente rassegna egiziana, dove la trasferta di Macfrut (con un suo stand) ha reso possibile verificare la forte propensione di operatori e imprese a voler partecipare all'edizione 2011. Non a caso Macfrut, in Egitto, viene vista come rassegna di solida reputazione per la sua capacità di far incontrare le aziende e di affrontare le tematiche più attuali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -