Cesena: Giorno della Memoria, gli studenti incontrano Shlomo Venezia

Cesena: Giorno della Memoria, gli studenti incontrano Shlomo Venezia

CESENA - Prosegue in città il ricco programma di iniziative legate al Giorno della Memoria e promosse dal Comune di Cesena per non dimenticare il dramma dell'Olocausto e le vittime dei lager nazisti.

 

Martedì 17 febbraio, alle 10, al Centro Culturale San Biagio, duecento studenti degli istituti "Versari", "Comandini" e "Macrelli" incontreranno Shlomo Venezia, sopravvissuto all'internamento nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau e autore del libro "Sonderkommando Auschwitz", dove ripercorre la sua terribile esperienza nel lager nazista. L'incontro è stato organizzato dall'assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Cesena. A introdurre l'incontro saranno l'assessore alla Cultura Daniele Gualdi e la presidente del Consiglio Comunale Ines Briganti.

 

I "Sonderkommando", a cui fa riferimento il titolo dell'opera scritta da Venezia, erano le unità speciali composte dai prigionieri incaricati alle operazioni di smaltimento e cremazione dei corpi dei deportati uccisi nelle camere a gas.

 

Anche Shlomo Venezia fu obbligato a svolgere questo terribile compito, ed è uno dei pochissimi sopravvissuti di tali squadre, i cui componenti venivano periodicamente uccisi per mantenere il segreto sulla "soluzione finale della questione ebraica".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato con la famiglia a Salonicco nell'aprile del 1944, Shlomo Venezia venne deportato al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Dal momento della liberazione, è diventato uno tra i più importanti portavoce della tragedia dell'Olocausto. Da anni impegnato a portare la sua testimonianza nelle scuole, in trasmissioni televisive (è stato protagonista dello Speciale Tg1 andato in onda alla vigilia dell'ultima Giornata della Memoria) e nelle manifestazioni a ricordo della Shoah, egli si rivolge in particolar modo ai giovani, che considera i portavoce futuri dell'immane tragedia che si abbatté sull'Europa tra il '40 e il '45.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -