Cesena, i grillini Favia e Defranceschi riconfermati dai cittadini

Cesena, i grillini Favia e Defranceschi riconfermati dai cittadini

Cesena, i grillini Favia e Defranceschi riconfermati dai cittadini

CESENA - I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Giovanni Favia e Andrea Defranceschi, hanno incontrato i cittadini nella serata di martedì a Palazzo del Ridotto di Cesena. Scopo della serata era rimettere il proprio mandato alla decisione degli elettori, a seguito di una dettagliata e chiara spiegazione sulle attività svolte nell'ultimo semestre. "Giudicateci per quello che facciamo" è il motto dei consiglieri che credono fermamente che la politica e le decisioni che riguardano la cittadinanza debbano provenire e tornare ai cittadini stessi.

 

"Dopo le elezioni, unico momento di decisione del popolo sovrano, di solito c'è una disinformazione diffusa nei confronti delle attività politiche, questo solo perché nessuna lista rimanda il giudizio tanto costantemente ai cittadini, permettendo un confronto diretto con chi li rappresenta - si legge nella nota della Lista Cesena 5 stelle - Favia e Defranceschi hanno spiegato in modo estremamente chiaro il loro ruolo in Regione, svelando che l'arrivo dei due della lista civica è sembrato scomodo ai più, proprio perché si fanno carico del ruolo di "occhio vigile" sui meccanismi di malapolitica e sulle lobby di potere che sempre più spesso sono presenti anche nelle piccole realtà".

 

"I costi, gli sprechi economici e gli interventi dannosi per l'ambiente sono le situazioni più sotto controllo da parte dei consiglieri attraverso le numerose interrogazioni e gli emendamenti presentati alla giunta regionale, che spesso fatica ad accogliere proposte quali la riduzione degli stipendi dei consiglieri, la riduzione dei rimborsi chilometrici per gli stessi o l'aumento degli oneri fiscali per le industrie che deturpano il territorio naturale; oneri mantenuti tra i più bassi d'Europa. Tra le attività degli ultimi sei mesi anche la segnalazione di un grave caso di malasanità bolognese, proposte di legge sull'adeguamento alle normative europee per quanto riguarda l'allevamento delle galline ovaiole, segnalazione di aumenti ingiustificati delle tariffe dei mezzi pubblici e la riduzione dell'amianto sul suolo pubblico. Ad oggi si sta lavorando sulla proposta di legge più scomoda, bocciata più volte dall'inizio del mandato, che grida un forte "no" alle infiltrazioni mafiose nella politica. Dal pubblico sono venuti spunti interessanti su vari temi da approfondire, fra cui il welfare. Su questo capitolo importante della vita della società c'è da dire che subisce spesso una riduzione del budget anche perchè soldi vengono sprecati in infrastrutture inutili e in perdita come l'aeroporto di Forlì e il People moover di Bologna (al posto del quale sarebbe sufficiente una semplice linea ferroviaria).Le votazioni hanno riconfermato i due consiglieri che proseguiranno il loro mandato fino alla prossima verifica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -