Cesena, il Cibo da Strada ha incontrato il Chianti classico

Cesena, il Cibo da Strada ha incontrato il Chianti classico

CESENA - E' stato un successo l'incontro tra il Festival del Cibo di Strada di Cesena e il Chianti Classico, nella giornata conclusiva della manifestazione "Classico è" che prevedeva l'abbinamento dei cibi di alcune delegazioni partecipanti al Festival con le migliori realtà vinicole del Chianti. Con questo momento, che si è tenuto sabato 5 giugno a San Casciano in Val di Pesa, inizia una collaborazione tra gli organizzatori del Festival Internazionale del Cibo di Strada, la Confesercenti Cesenate e Slow Food Cesena, e il Consorzio Chianti Classico.

 

"Classico è" è organizzato dal Consorzio Vino Chianti Classico con degustazioni per specialisti ed amatori, mostre, musica, itinerari e cantine aperte. Gli aderenti al Consorzio del Gallo Nero in questa occasione spalancano le porte di casa per accogliere un cartellone di eventi avvolto dal fil rouge del "Classico". Dal Classico nel vino, al Classico nell'arte, in cucina, nella storia di un territorio e nella sua contemporaneità. Classico è dà la possibilità di visitare luoghi solitamente chiusi al pubblico, Classico è prevede il piacere di bere un calice di vino nelle piazze del Chianti o tra le botti di un'antica cantina, Classico è promette un'esperienza da conservare e ripetere nel tempo.

 

Nella giornata conclusiva della settimana di "Classico è" durante la degustazione clou della importantissima manifestazione toscana, in prima fila c'era la piadina della Associazione per la Valorizzazione della Piadina Romagnola, insieme con lo squacquerone della Centrale del Latte di Cesena. E' stata una occasione per svolgere una promozione anche delle bellezze artistiche della città, in collaborazione con l'Ufficio Turistico del Comune di Cesena. L'evento prevedeva la degustazione di vino con un "gemellaggio" gastronomico tra le realtà dei mangiari di strada toscani e dei cibi di strada di altre regioni italiane, in particolare con Emilia-Romagna e Campania presenti con la torta fritta parmense e i salumi, il mangiamaccheroni, la pizza fritta e i babà napoletani.

 

"E' la prima volta - commenta Armando Casabianca, presidente della Confesercenti Cesenate - che accettiamo di collegare la realtà del nostro Festival del Cibo di Strada ad un altro territorio. Da quando abbiamo realizzato il primo Festival nel 2000 ci sono arrivate innumerevoli e interessanti proposte di portare la nostra manifestazione in altri luoghi d'Italia e d'Europa. Questa volta abbiamo accettato di fare questo collegamento organico scegliendo un territorio che rappresenta una delle eccellenze italiane, anche in campo turistico; e non è escluso che ci possano essere in futuro ulteriori approfondimenti con importanti novità". "L'interesse che il Festival Internazionale del Cibo di Strada - prosegue Casabianca - suscita nei media, in importanti enti ed entità nazionali, ci porta ad auspicare che anche le istituzioni locali dedichino maggiore attenzione a questo evento importante per la valorizzazione del nostro territorio".

 

La prossima edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada si terrà nel centro storico di Cesena nelle giornate dell' 1, 2 e 3 ottobre 2010. Ma c'è già in programma una collaborazione, sempre assieme alla Associazione per la Valorizzazione della Piadina Romagnola e a Slow Food Cesena, per partecipare, a fine ottobre, al Salone del Gusto di Torino, la più importante manifestazione gastronomica organizzata da Slow Food.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -