Cesena, il comitato ha fatto festa nell'area verde dell'Osservanza: "No al parcheggio"

Cesena, il comitato ha fatto festa nell'area verde dell'Osservanza: "No al parcheggio"

Cesena, il comitato ha fatto festa nell'area verde dell'Osservanza: "No al parcheggio"

CESENA - Sono state un centinaio le persone che hanno accolto l'invito del Comitato "Lasciateci l'aria per respirare" e domenica scorsa hanno passato un pomeriggio di festa nei pressi dell'antico convento dell'Osservanza. In questo luogo, situato tra l'antico convento dell'Osservanza e il cimitero urbano, il Comune ha progettato di costruire un parcheggio a raso di 250 posti (al costo di 3,3 milioni di euro).

 

Così il comitato che contrasta quest'ipotesi: "Noi invece lo vediamo semplicemente per quel che è: un rigoglioso frutteto ricco di varietà di alberi da frutto (cachi, susini, albicocchi, giuggioli, un meraviglioso corbezzolo, fichi, noccioli, pomarielli, melograni e ciliegi) abitato da upupe, gufi, civette, barbagianni, pipistrelli, lucciole, colombe bianche, pettirossi, oltre a rondini che qui nidificano. Una verdeggiante distesa di 30mila metri quadrati - resa ancora più incantevole dalla luce del sole dopo la pioggia - che ieri per la prima volta ha spalancato le porte alla cittadinanza".

 

Il pomeriggio di festa si è aperto con la visita naturalistica curata da Eddi Bisulli di Viaterrea, che ha raccontato anche un curioso aneddoto sull'albero di cachi, che qui prospera in abbondanza. Al devastante bombardamento atomico di Nagasaki, dell'agosto 1945, sopravvissero soltanto alcuni alberi di cachi ed è per questo che è considerato "l'albero della pace". Riuscirà ora a sopravvivere ai piani dell'Amministrazione comunale?

 

Tra una fetta di torta della nonna e un bicchiere di acqua di fonte (che sgorga proprio da questo terreno) si è proseguiti con lo spettacolo "Il potere del cemento": un misto di presentazione di libro, teatro civile, affabulazione e narrazione a cura di Davide Fabbri e Roberto Mercadini. E' l'esplicito riferimento all'intricato sistema di potere, basato su una gestione del territorio dettata da evidente spinte speculative.

 

Ed infine il comitato: "Nonostante si apprenda dai media che l'Amministrazione comunale sta seriamente riconsiderando l'idea di realizzare il parcheggio, il nostro Comitato non intende abbassare la guardia e proseguirà nell'opera di informazione e di valorizzazione di questo luogo. Chiediamo ancora una volta non solo che il progetto del parcheggio venga accantonato definitivamente, ma che l'area in questione venga inserita nel prossimo Piano regolatore come "verde pubblico, territoriale e di quartiere" a servizio del centro storico (come d'altronde era inizialmente previsto nel Prg 2000)".

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    e perchè mai dovrebbe dispiacermi Stefano? Gli steccati ideologici servono solo a nutrire una casta politica vecchia e surclassata.

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Stavolta Sam sono in totale accordo con te...spero che la cosa non ti dispiaccia troppo.

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    Pieno supporto all'iniziativa. Chiunque abbia a cuore la città dovrebbe far sentire la propria voce su questi argomenti!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -