Cesena, il Comune fa scuola nel campo della pianificazione strategica

Cesena, il Comune fa scuola nel campo della pianificazione strategica

CESENA - Cesena continua a far da battistrada nel campo dell'innovazione della pubblica amministrazione. E lo fa sulla scia del progetto nazionale Eli4U (Enti Locali innovazione for User), in cui ricopre il ruolo di ente coordinatore. Rientra, infatti, in questo progetto il nuovo impegno del Comune, che nei prossimi mesi svilupperà una nuova piattaforma tecnologica di supporto alla pianificazione strategica dell'ente.

 

Un aspetto a cui l'Amministrazione si sta dedicando da tempo con grande attenzione, arrivando a diventare un punto di riferimento in questo settore. A testimoniarlo c'è la richiesta arrivata dal Comune di Piacenza (capofila del sottoprogetto di Eli4U relativo agli strumenti di pianificazione e programmazione) di usufruire del programma informatico in corso di elaborazione. Grazie a questo accordo, che a breve sarà ufficializzato con la sottoscrizione di un protocollo d'intesa, Comune di Cesena riceverà da Piacenza un contributo di 30mila euro per lo sviluppo e l'implementazione del suo sistema.

 

"Questa articolata attività di analisi e progettazione - sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi - ha l'obiettivo di rendere il Comune sempre più efficiente e capace di svolgere nel modo migliore le proprie funzioni, nell'interesse dei cittadini. Per farlo è necessario che il Comune definisca i suoi programmi, indichi i tempi e i modi per attuarli, e soprattutto metta qualunque cittadino nelle condizioni di verificarne i risultati, ed è appunto questo il nostro impegno. La rete di collaborazione fra Comuni che si è sviluppata attraverso questo progetto è il modo migliore per favorire la diffusione delle buone pratiche a favore dei cittadini e il fatto che, in questo contesto Cesena ricopra un importante ruolo di responsabilità, anche grazie al lavoro già svolto in questi anni, ci rende particolarmente orgogliosi. Infine, ma non ultimi per importanza, i benefici economici. Grazie al ruolo che ci viene riconosciuto, i nostri progetti di innovazione riescono a beneficiare, come in questo caso, di importanti contributi, provenienti da fonti ministeriali e da altri enti, che ne coprono completamente i costi di sviluppo".

 

 "In pratica - spiega il Direttore Generale del Comune Vittorio Severi - si tratta di mettere a punto e sperimentare un nuovo software che aiuti nella costruzione, gestione e comunicazione dei processi di pianificazione dell'ente. E, grazie all'esperienza pluriennale accumulata su questi temi, il nostro Comune è stato riconosciuto il più qualificato a fornire questo supporto. Non dimentichiamo, infatti, che abbiamo già messo a punto al nostro interno un programma gestionale ad hoc, e che da un anno e mezzo stiamo collaborando con l'Università Bocconi per elaborare un modello di misurazione delle prestazioni dell'ente. Non solo: siamo già impegnati nello sviluppo e nell'implementazione di un modello applicativo in grado di aderire concretamente al Decreto 150/2009 (meglio conosciuto come Riforma Brunetta), e anzi stiamo integrando questo progetto all'interno di una piattaforma più complessa".

 

Avviato nel settembre 2010, il progetto Eli4U raccoglie 22 enti locali (tra cui i Comuni di Firenze, Milano, Venezia, Padova, Parma, Udine, Brescia, Bergamo) dislocati in sette regioni, per un totale di circa 4 milioni di cittadini. Suo compito è di sviluppare strumenti e sistemi tecnologico-organizzativi che servano a portare al miglior rendimento l'attività amministrativa su tre fronti: la pianificazione strategica, l'ottimizzazione dei servizi, il governo del territorio. Il valore complessivo del progetto è di 3,5 milioni di euro, di cui 1,5 finanziati dal Dipartimento degli Affari Regionali.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo contesto Cesena ha un duplice ruolo. Infatti, oltre all'importante responsabilità di coordinatore e rappresentante dell'aggregazione, è direttamente responsabile della realizzazione di una banca dati dei prodotti e servizi erogati dagli enti locali, strumento indispensabile per censire e analizzare l'offerta di servizi e la modalità di produzione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -