Cesena, il gruppo PD a tutela dell'acqua

Cesena, il gruppo PD a tutela dell'acqua

CESENA - Il gruppo PD ha presentato un ordine del giorno in difesa dell'acqua come diritto umano che andrà in discussione nella prossima seduta di Consiglio Comunale di mercoledì 7  aprile


"L'acqua rappresenta un diritto umano, in quanto bene essenziale per la vita - afferma Valeria Bandini, consigliere comunale PD - ed è importante che anche gli enti pubblici si impegnino concretamente attraverso due azioni fondamentali: riconoscere anche nel proprio Statuto l'acqua come bene universale, indivisibile, inalienabile e quindi come bene comune pubblico; promuovere una cultura di salvaguardia della risorsa idrica, garantendo la qualità dell'acqua erogata. Per far questo - prosegue Bandini -  occorre un attento sistema di controlli attuati dai laboratori dei singoli acquedotti e degli organismi sanitari pubblici preposti, dando in questo modo un'informazione puntuale e tempestiva".

Alla notizia della consegna presso la Corte di Cassazione dei tre quesiti referendari per l'abrogazione del decreto Ronchi, il Partito Democratico di Cesena si è attivato per supportare (non appena compiute le formalità tecniche necessarie) anche nella nostra città la raccolta delle firme necessarie per indire i referendum che abroghino tali norme.


"Il PD si impegna a promuovere con tutti i suoi mezzi questa giusta battaglia - dice Enzo Lattuca, segretario PD di Cesena e consigliere comunale -  che siamo certi raccoglierà un forte consenso nella cittadinanza"

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    l'iniziativa del Pd avrebbe una qualche credibilità se non avessero essi stessi dato in mani private (per oltre il 42%), cioè ad Hera, l'acqua potabile romagnola. E non mi si dica che le fonti le gestisce Romagna Acque, dato che la società pubblica serve a coprire gli investimenti con denaro pubblico, mentre la holding quotata in Borsa fa gli incassi...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -