Cesena, il Laboratorio Unico di Pievesestina fa scuola nel mondo

Cesena, il Laboratorio Unico di Pievesestina fa scuola nel mondo

CESENA - L'alta specializzazione della strumentazione, la preparazione di tecnici e dirigenti e la tempestività dei risultati del Laboratorio Unico di Pievesestina diventano un modello a livello mondiale. Lo testimonia un articolo apparso sul Clinical Biochemistry, organo ufficiale della Canadian Society of Clinical Chemists (pubblicato dall'Editore Elsevier di Amsterdam è tra le riviste scientifiche più autorevoli nel campo della Patologia Clinica), che riporta una puntuale sintesi iconografica a colori di come il Laboratorio di Pievesestina, nel mese di luglio, abbia collaborato con i clinici di Area Vasta nell'arrivare alla diagnosi di un caso di leucemia acuta promielocitica in una donna di 69 anni con un quadro clinico severo. Grazie alla collaborazione del personale delle unità operative Corelab, Specialistiche e Genetica Medica, presenti al Laboratorio Unico di Pievesestina, sono stati programmati ed eseguiti l'esame morfologico, l'esame citofluorimetrico, l'esame di citogenetica e quello di biologia molecolare in tempi rapiduissimi. In sole 48 ore si è arrivati alla diagnosi definitiva di leucemia acuta promielocitica a prognosi fatale se non prontamente trattata in modo appropriato.

 

L'articolo - a cura del dottor Romolo Dorizzi e del dottor Giovanni Poletti dell'unità operativa Corelab, della dott.ssa Barbara Giannini dell'unità operativa Specialistiche, del dottor Alberto Sensi e della dottoressa Michela Tonelli dell'unità operativa Genetica Medica - descrive l'organizzazione che si è dato il Programma di Patologia Clinica della Romagna a partire dal marzo 2009 e si sofferma in particolare sulla possibilità di un approccio multidisciplinare e integrato alla diagnosi, consentito dalla compresenza di specialisti diversi e dalla concentrazione di strumentazioni di altissimo livello in una stessa sede. Una situazione tecnologica e logistica del tutto eccezionale non solo per l'Italia, che rappresenta uno dei punti di forza principali del programma di Patologia Clinica di Area Vasta Romagna, il cui assetto è stato completato di recente.

 

"Alle unità operative Corelab, Microbiologia e Specialistiche, attive dal marzo 2009, e ai Laboratori a Risposta Rapida entrati in funzione nei mesi successivi - spiega il dottor Romolo Dorizzi direttore dell'unità operativa Corelab di Pievesestina - si è aggiunta, nel mese di luglio, l'unità operativa di Genetica Medica. E' confermata quindi l'importanza che specialisti con competenze diverse lavorino di concerto in tutte le situazioni in cui è necessaria una valutazione multidisciplinare e una tecnologia all'avanguardia. Occorre ricordare che quando descritto nell'articolo pubblicato su Clinical Biochemistry rappresenta oramai l'attività routinaria del Laboratorio Unico di Area Vasta Romagna".

 

L'articolo completo Dorizzi RM, et al, "Factory" laboratories: Blessed are those who have been persecuted for the sake of righteousness, for theirs is the kingdom of heaven, Clin Biochem (2010), si può trovare all'indirizzo: doi:10.1016/j.clinbiochem.2010.08.026

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -