Cesena, il sindaco dichiara guerra alla burocrazia: "Autunno sarà banco di prova"

Cesena, il sindaco dichiara guerra alla burocrazia: "Autunno sarà banco di prova"

Cesena, il sindaco dichiara guerra alla burocrazia: "Autunno sarà banco di prova"

La classifica delle amministrazioni locali ‘amiche' delle aziende, stilata dalla Confartigianato nazionale nell'ambito di uno studio sull'impatto della burocrazia per il tessuto imprenditoriale, vede la provincia di Forlì-Cesena al quinto posto, mentre la regione Emilia - Romagna piazza nella top ten ben sei province. "Questo positivo risultato si pone in linea con quello conseguito nel giugno scorso, quando - dichiara il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi - il nostro territorio ha conquistato il nono posto su scala italiana per la qualità di vita offerta alle imprese".

 

"Ma al di là delle graduatorie e dei piazzamenti - e della comprensibile soddisfazione che ne deriva - i dati ci consegnano la fotografia di un territorio in cui l'attenzione dell'Amministrazione Pubblica nei confronti delle imprese è dimostrata - aggiunge il sindaco -, ad esempio, dallo sforzo per accelerare i tempi di pagamento e dal ricorso alle nuove tecnologie per snellire le procedure. Fronti su cui il Comune di Cesena è attivo già da tempo, con esiti significativi: nel secondo semestre 2009, grazie alla progressiva digitalizzazione della gestione delle fatture, il tempo medio dei pagamenti è stato ridotto a circa 20 giorni, ed è ormai a punto il software che consentirà ai fornitori del Comune di Cesena di controllare direttamente on line, in tempo reale, lo stato di avanzamento delle loro fatture e di sapere quale ufficio le sta trattando in quel momento".

 

"Certo, non dobbiamo adagiarci sugli allori. Ce lo chiedono le nostre imprese, ce lo impone la difficile crisi che stiamo attraversando e che richiede il massimo impegno da parte di tutti per superare, laddove è possibile, gli ostacoli che frenano il rilancio - prosegue il primo cittadino cesenate -. Lo snellimento della burocrazia è il contributo essenziale che potremo offrire al nostro tessuto produttivo. Questo perché - tutti devono esserne consapevoli - la forte riduzione delle risorse disponibili per i Comuni limiterà sensibilmente il nostro margine di manovra per "interventi di sistema", mentre renderà difficilissimi, per esempio, quelli nel campo del supporto creditizio che, invece, oggi sarebbero ancor più importanti del passato".

 

"Per questo, per il Comune di Cesena il banco di prova rappresentato dagli appuntamenti del prossimo autunno sarà ancor più cruciale - afferma Lucchi -, soprattutto se sapremo affrontarlo non da soli, ma in concerto con gli altri Comuni del nostro territorio, con le diverse amministrazioni pubbliche, con la Provincia di Forlì-Cesena. Ed, utilizzando al meglio gli stimoli che giungono con continuità dal nostro organizzato mondo associativo, dalle forze sociali e politiche, l'Assessore Orazio Moretti ed io stiamo già lavorando ad un apposito momento di confronto pubblico che, tra ottobre e novembre, ci consentirà non solo di fare il punto ma anche di assumerci impegni specifici e verificabili. La consapevolezza di essere tra i migliori a livello nazionale, che oggi ci deve,con modestia e senza inutile vanagloria, responsabilizzare ancor più del passato, darà un'ulteriore spinta al nostro lavoro".

  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -