Cesena, il sindaco: "Se ci saranno responsabilità su Sapro tuteleremo i cittadini"

Cesena, il sindaco: "Se ci saranno responsabilità su Sapro tuteleremo i cittadini"

Cesena, il sindaco: "Se ci saranno responsabilità su Sapro tuteleremo i cittadini"

CESENA - "Qualora si verificassero responsabilità dirette da parte degli amministratori succedutisi all'interno di Sapro in questi anni, il Comune di Cesena sceglierebbe di perseguire tutte le strade utili per tutelare sé stesso e quindi i cittadini": con una nota a firma del sindaco Paolo Lucchi e del vice-sindaco Carlo Battistini, il Comune di Cesena prende posizione ufficiale sulla vicenda di Sapro, la società pubblica della provincia di Forlì-Cesena per l'insediamento industriale, di cui il tribunale fallimentare ha rifiutato l'omologa del piano di ristrutturazione.

 

Lucchi e Battistini rivendicano, fin dal loro insediamento, di essersi confrontati "con gli altri soci e con l'organo amministrativo della società affinché fosse affrontato e risolto in modo adeguato l'equilibrio di bilancio e l'equilibrio finanziario, e si tornasse alla mission originaria della società stessa". E aggiungono: "Questo è avvenuto in ogni occasione che si è presentata in questi mesi". Ed elencano quando questo è avvenuto: l 30 giugno 2009 in assemblea di approvazione del bilancio 2008 con dichiarazione a verbale; il 23 settembre 2009 con lettera agli amministratori; il 5 ottobre 2009 in assemblea di presentazione del piano industriale con dichiarazione a verbale; il 16 dicembre 2009 in assemblea di presentazione dell'advisory di Sinloc con dichiarazione a verbale; il 2 aprile 2010 in assemblea sul piano industriale presentato da Sinloc con dichiarazione a verbale; il 30 aprile 2010 in assemblea di approvazione del bilancio 2009 con dichiarazione a verbale".

 

A Cesena, su Sapro pende un ordine del giorno approvato dal Consiglio il 13 maggio scorso a maggioranza con il voto del Partito Democratico, dell'Italia dei Valori, di Sinistra per Cesena e del Partito Repubblicano, che l'amministrazione intende sostenere appieno. E tra le richieste c'è anche quella di tutelare il Comune in caso emergessero responsabilità degli amministratori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -