Cesena, il sindaco tra i cittadini: 300 incontri pubblici e quattromila mail all'anno

Cesena, il sindaco tra i cittadini: 300 incontri pubblici e quattromila mail all'anno

Cesena, il sindaco tra i cittadini: 300 incontri pubblici e quattromila mail all'anno

CESENA - Sono passati due anni da quando la maggioranza dei cesenati ha scelto il candidato del centtro-sinistra Paolo Lucchi come proprio sindaco. A metà mandato, il primo cittadino ha scelto di fare un primo bilancio che guarda al futuro con qualche anteprima per il 2012. I temi più cari ai cittadini sono il lavoro, i servizi e la mobilità mentre il wi-fi gratuito continua a mietere successi tra i cesenati.

 

Il sindaco ha espresso un giudizio positivo sulla maggioranza che è "sempre compatta" e ha apprezzato quella parte di opposizione che è a favore di un dibattito costruttivo. Il riferimento è al Partito Repubblicano che ha proposto di affidare alla Zona A la regia di tutte le attività che riguardano il centro storico. Proposta poi accolta dalla maggioranza.

 

Lucchi ha messo in luce l'aumento di iniziative pubbliche a cui ha partecipato; sono 300 nell'ultimo anno, quasi ottanta in più rispetto quello precedente. Ha poi sottolineato la disponibilità dell'amministrazione al contatto con la cittadinanza scandito dal "successo" dei canali istituzionali. Tra questi c'è il sito cesenadialoga, forte di 90 mila visite (ogni cesenate ci ha cliccato almeno una volta) e quattromila email a cui è giunta una risposta.

 

Nel bilancio personale del primo cittadino "non ci sono attività più emozionanti di altre" mentre la criticità maggiore riscontrata è stato "il dover spiegare a chi ti dice che non ha un lavoro che li si può aiutare fino ad un certo punto". Una piccola anteprima per il 2012 riguarda la visita del presidente Napolitano che, a causa di impegni, non è passato da Cesena. "Il suo staff ci ha detto che nel prossimo anno si potrebbe programmare una visita" ha detto Lucchi rinnovando l'invito.

 

Tra i punti che l'amministrazione vuole mettere in luce ai cittadini al primo posto ci sono le proposte scaturite da "Al centro dell'ultimo chilometro". Tra gli altri passi percorsi dal sindaco in questi due anni ci sono l'istituzione dell'assessorato al lavoro guidato da Matteo Marchi, il successo degli scambiatori, il porta a porta all'Oltresavio e il wi fi. In merito alla Cultura, uno dei settori più colpiti dai tagli (nel bilancio preventivo 2011 del Comune questa voce segna meno seicentomila euro) l'accento posto dall'amministrazione è sulla Biblioteca Malatestiana definita "punta di diamante del sistema culturale cittadino" che si affianca al centro culturale San Biagio, alla Rocca Malatestiana e alla rete di Gallerie d'arte e musei.

 

Molto probabilmente, già nel 2012, la città inizierà a cambiare alcune abitudini. L'attenzione è alle novità introdotte dal "Centro dell'ultimo chilometro" riassumibili un nuovo parcheggio (zona Carducci), l'introduzione di Sirio, Piazza della Libertà senza auto e un piano per "riaccendere" le vetrine del centro comprensivo di incentivi per i commercianti. A ciò si somma lo stanziamento di 100mila euro per l'animazione.

 

Ma la maggiore preoccupazione è per i tagli previsti dal Governo. Infatti le casse comunali nel 2012 non navigheranno in buone acque visto che ci saranno quasi sei milioni di euro in meno. Ma la prospettiva del sindaco è quella di dover tutelare istruzione e servizi sociali e non aumentare le tasse.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alessandro Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -