Cesena: inchiesta Area Vasta, Carabinieri nella sede dell'Ausl

Cesena: inchiesta Area Vasta, Carabinieri nella sede dell'Ausl

Cesena: inchiesta Area Vasta, Carabinieri nella sede dell'Ausl

CESENA - Blitz dei Carabinieri della Procura di Forlì martedì pomeriggio nella sede dell'Ausl di Cesena. I militari hanno sequestrato una serie di faldoni relativi all'appalto da 45 milioni di euro, legato ad una serie di forniture sanitarie per il Laboratorio Unico di Pievesestina. Il lavoro degli uomini dell'Arma sono stati seguiti da Maria Basenghi, direttore generale dell'Ausl di Cesena. I Carabinieri sono attesi negli uffici dell'Ausl anche oggi (mercoledì).

 

Infatti non è stato possibile portar via tutta la mole di documenti. L'inchiesta, coordinata dal pm Alessandro Mancini, vede al momento due dirigenti di Area Vasta iscritti nel registro degli indagati. Nel mirino c'è anche un secondo appalto che fa riferimento a forniture di servizi per un ammontare oscillante tra 5 e 6 milioni, pare legata in particolare all'Ausl di Forlì. L'accusa formalizzata è di abuso d'ufficio.

 

Si tratta del terzo intervento dei carabinieri in pochi giorni, prima all'assessorato regionale alla sanità di Bologna, poi all'Ausl di Forlì (dove continua l'acquisizione di documenti), ed ora a Pievesestina. Si dice tranquilla la direttrice Maria Basenghi: su quell'appalto, dopo un ricorso alla giustizia amministrativa di alcune imprese perdenti, si sono espressi a favore della regolarità sia il Tar che il Consiglio di Stato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -