CESENA - Inquinamento, da lunedì le restrizioni al traffico

CESENA - Inquinamento, da lunedì le restrizioni al traffico

CESENA - Centro interdetto anche ai diesel pre euro 3, se privi di filtro antiparticolato, e blocco totale del traffico al giovedì fino a primavera. Queste le principali limitazioni alla circolazione previste nella seconda fase dei provvedimenti, messi a punto per combattere l’inquinamento atmosferico, secondo quanto previsto nell’accordo di programma per la qualità dell’aria siglato da Comuni, Province e Regione Emilia Romagna. “Comprendiamo il disagio determinato da questi provvedimenti – commenta il sindaco di Cesena Giordano Conti – ma siamo costretti a ricorrere a misure così drastiche per far fronte a una situazione estremamente seria: già in questi primi giorni dell’anno, con un traffico ancora limitato, la centralina di viale Marconi ha registrato per tre volte il superamento - seppur di poco - dei limiti di legge (50 microgrammi per metro cubo). E sappiamo bene che un’alta concentrazione di polveri sottili ha conseguenze dannose per la salute di tutti, ma specialmente dei soggetti più deboli, come anziani e bambini. Spesso mi chiedono a cosa servano queste limitazioni, dal momento che il tasso di inquinamento resta alto, ma io ribatto che se non avessimo fatto nulla la situazione sarebbe ben più seria”.


“I dati di Cesena sono preoccupanti: nel 2007 nella centralina di viale Marconi abbiamo registrato 103 sforamenti, - afferma l’assessore all’Ambiente Severino Bazzani- mentre in piazzale Franchini sono stati superati i limiti in 36 giornate (una in più di quelle consentite dalla legge). L’amministrazione comunale ha messo in campo iniziative diverse per combattere l’inquinamento: penso alla promozione di forme di mobilità alternativa; a interventi strutturali, come la stesura di asfalto mangia smog in viale Marconi. Questo impegno proseguirà anche nell’anno appena cominciato. Da non dimenticare, poi, gli incentivi regionali per il passaggio a carburanti più puliti, come il gpl e il metano, riproposti anche per il 2008. Ma sono convinto che un importante contributo arriverà anche dall’ormai imminente apertura della secante, che contribuirà a eliminare traffico e code dall’area urbana della via Emilia e, grazie ai filtri di cui dispone la galleria, impedirà la dispersione degli agenti inquinanti nell’aria ”.


Centro urbano vietato ai mezzi più inquinanti


Fino al 31 marzo, durante la settimana (dal lunedì al venerdì), nella fascia oraria compresa fra le 8.30 e le 18.30, sarà vietata la circolazione nel centro urbano di Cesena (delimitato dal perimetro compreso fra la via Emilia, viale Bovio, viale Oberdan, via Padre Vicinio da Sarsina, viale Mazzoni) ai veicoli diesel immatricolati prima del 1 gennaio 2001, se sprovvisti di filtro antiparticolato (pre euro 3) o non omologati ai sensi della direttiva 98/69 CE, 99/96 CE, 99/102 CE, 2001/1 CE, 2002/80 CE, 2003/76 CE-A e successive.


Questo divieto si va aggiungere a quello in vigore dal 1 ottobre scorso, che proibisce la circolazione nel centro urbano nelle medesime fasce orarie a:

i veicoli a benzina immatricolati prima del 1 gennaio 1993 (pre euro 1) o non omologati ai sensi delle direttive 91/12 CE, 91/542 CE, 93/59 CE e successive,

i veicoli diesel immatricolati prima del 1 gennaio 1997 (pre euro 2) o non omologati ai sensi delle direttive 94/12 CE, 96/1 CE, 96/44 CE e successive,

i ciclomotori e motocicli immatricolati prima del 17 giugno 1999 (pre euro 1) o non omologati ai sensi della direttiva 97/24 e successive.


Torna il blocco del giovedì


Inoltre, dal 10 gennaio fino al 27 marzo, ogni giovedì dalle ore 8.30 alle ore 18.30, sarà in vigore il fermo totale della circolazione di tutti i veicoli nell’intero centro abitato di Cesena.

Le esenzioni a questa limitazione ricalcano a grandi linee quelle già previste lo scorso anno

In particolare, potranno circolare al giovedì:

i veicoli con alimentazione a benzina Euro 4 (immatricolati dopo il 01 gennaio 2006) o conformi alle direttive CEE;

i veicoli diesel dotati di filtro antiparticolato dei quali risulti annotazione sulla carta di circolazione;

i veicoli alimentati a metano o gpl e i veicoli elettrici o ibridi;

le auto con tre o più persone a bordo.


Sono previste deroghe anche per una serie di casi e di categorie professionali (medici, assistenti domiciliari, aziende di pronto intervento, ecc.).

Nell’ordinanza che si trasmette in allegato, l’elenco di tutte le deroghe previste per il blocco del giovedì e per le altre limitazioni.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -