Cesena, ippodromo: il resoconto delle corse di martedì

Cesena, ippodromo: il resoconto delle corse di martedì

CESENA - Il Superfrustino 2009 è giunto alla sua seconda semifinale con nove contendenti di grandissimo prestigio, un autentico parterre de roi che ha deliziato il folto pubblico cesenate con pillole di classe sopraffina per un successo finale andato ad Enrico Bellei, in virtù di uno score invidiabile fatto di due successi ed un secondo posto davanti a Vincenzo Piscuoglio Dell'Annunziata che da appuntamento al 18 agosto per una rivincita ricca di pathos

 

In dettaglio la cronaca di una serata ad alto tasso tecnico, con i quattro anni ad aprire la competizione impegnati sulla breve distanza per un pronostico che eleggeva plebiscitario favorito il binomio Little Cream/Vincenzo Piscuoglio DellAnnunziata, relegando Livella ed Enrico Bellei al ruolo di potenziale runner-up. Corsa tattica, con la favorita al comando e Livella sulla sua scia dopo partenza brillante, mentre Line Capar si impegnava al largo unitamente a Lanz Trio e Lotus Cub. Arrivo a fruste alzate con Little Cream ad issare sin troppo presto bandiera bianca e Livella ad imporsi di misura su una sorprendente Let Me Run e sul carneade Lupen Terzo Atc, magistralmente condotto dal francese Pierre Vercruysse. Poche decine di minuti e poi anziani in pista per il secondo round che ha visto il pronto riscatto di Vp, alias Vincenzo Dell'Annunziata che ha spaziato da un capo all'altro con Exet, davanti agli outsider Imperial Ponz e Giulio Cesare Mmg, portatori di punti utili alle classifiche di Smorgon e Vercruysse. Handicap sulla media, siamo alla sesta corsa, con un diffuso equilibrio in campo e con l'undicenne Bricciolo coraggioso front runner sin sul palo per la prima vittoria di Francesco Facci che rientra prepotentemente in gioco, mentre Enrico Bellei e Ifigenia Fi conquistano la medaglia d'argento su Castore Gas e Marco Smorgon. Atto finale alla settima, con Giove Caf padrone del pronostico e anche della ricca borsa in palio con a bordo un Bellei in totale relax, 1.13.1 il tempo al chilometro, con For Kelly Park in grado di regalare il pass per la finale ad un meritevole Dell'Annunziata, mentre Free Day Sm offriva  i primi punti alla scarna classifica di Ale Gocciadoro.

 

Prologo di serata fuori concorso ma con soggetti di tre anni dal roseo futuro, un miglio che ha visto l'indigeno dai colori e training (Rudolf Haller) teutonici, Muso Duro Spin scherzare al cospetto dei coetanei alla media di 1.16.6, mentre alla seconda, una prova riservata ai gentleman, Ferritina Model ha disposto con facilità degli avversari, ben diretta da Nicolò Venturi. Altra prova interessante non compresa tra quelle riservate al trofeo, la quinta corsa, ancora tre anni e ancora un miglio da percorrere, con Malouin Allez a segno sotto l'abile regia di Andrea Farolfi al ragguaglio di 1.15.1 davanti a Malandro Mader, altra proposta  targata Haller dal considerevole standing atletico, e poi l'ottava, con tante rotture e la vittoria della più attesa, Lara Mel, nonostante una retta d'arrivo in apnea.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -