Cesena: ippodromo, le corse di mercoledì

Cesena: ippodromo, le corse di mercoledì

CESENA - Ultimi scampoli di una esaltante stagione al Savio, che in attesa del suo passo d'addio di sabato,mette in scena una spettacolare riunione di corse, con le femmine di tre anni padrone del palcoscenico ed impegnate in una sorta di trial in vista  del basilare test classico del Marangoni Filly, di domenica 14 settembre a Torino.

 

Saranno otto le protagoniste dell'equilibrato clou del mercoledì, otto lady dalla prestigiosa carriera e dalle intatte ambizioni in chiave classica, a cominciare dalla torinese Libertà di Mar, che Marino Lovera invia in riviera affidandola alle esperte e sicure mani di Lorenzo Baldi. Rientrata con una squillante vittoria padovana, Lady Del Pino garantisce freschezza atletica e la guida di un Paolo Romanelli in grande forma, mentre i progressi palesati da Libertè Font uniti alla guida di un concreto Roberto Vecchione ne fanno quanto meno una  candidata al podio. Non dispiace Liberty Bi, la cui forma è tutta da verificare, tuttavia parliamo di una puledra dalle considerevoli doti e dalla accattivante livrea, mentre Linda di Casei incuriosisce per la forma che accomuna gli allievi di casa Gocciadoro.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esaurita la parentesi dedicata alla corsa di centro, passiamo alla prova di spalla, con gli anziani in pista in un contesto omogeneo che offre buone chance alle ospiti Fuella Jes e Gerba di Casei, mentre per Ferrari Tab l'obbiettivo è puntato in direzione podio. Alle 21.10 il prologo con Istogramma Sas e Roberto Andreghetti decisamente in pole nel pronostico , mentre alla seconda gli ospiti patavini Lusyn e Roberto Michelotto inseguono un possibile primo piano e alla terza azzardiamo il nome di Meticcio, debuttante preceduto da incoraggianti voci sulla sua notevole caratura tecnica. Si prosegue con il ritorno in pista  dei quattro anni impegnati in un handicap che Ianez può far proprio in virtù di una forma al top e di un certo feeling con l'anello cesenate, mentre alla settima, l'altra gentleman della serata, piace Giove Dei, assai affiatato con Sandro Gori d in chiusura si propone Checco Stem, indomito guerriero di Andrea Bigliardi al cospetto di avversari assai malleabili.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -