Cesena, ippodromo: spettacolo alle semifinali del SuperFrustino

Cesena, ippodromo: spettacolo alle semifinali del SuperFrustino

Cesena, ippodromo: spettacolo alle semifinali del SuperFrustino

CESENA - Martedì all' insegna del Superfrustino al trotter del Savio, con l'impianto caro alla famiglia Grassi, teatro di una serata di grande suggestione nel corso della quale è andata in onda l'ultima semifinale del mitico trofeo per driver, affiancata da una intricata edizione della corsa Tris nazionale e da un corollario di rara intensità agonistica.

 

Dopo tre manche accattivanti ed incerte vinte rispettivamente da Issima Font, con Nicolò Venturi in sulki e a segno nel prologo in 1.15.1, da Minuit, che ha bagnato l' esordio in terra romagnola con un coast to coast efficace agli ordini di Claudio Baldi e soprattutto da un ritrovato Legler As, dominatore in 1.14.9 per i celebri colori del compianto Atos Lombardini, si è andati ad aprire il Superfrustino con un miglio per quattro anni. Orfani della veloce Luna Comanchee, i cadetti hanno regalato emozioni sin dal via, allorché Latest Nord Fro e Lyndemar Trio si sono abbandonati in rottura e Leader Fan ha assunto l'iniziativa presto sopravanzato da Lucky Strike Bi, che se l'è data a gambe levate snocciolando parziali importanti e regalando i primi dieci punti a Pietro Gubellini, su Lulù Gnafà e Lady Men, guidate rispettivamente da Antonio Greppi e Santo Mollo.

 

Anziani dalla comprovata esperienza per l'evento successivo, un miglio nel corso del quale il fighter Dustin Bi ha sbaragliato il campo ben sostenuto da Santo Mollo, mentre il podio è stato completato da Ideal Zs (Guzzinati) e dall'outsider Indacò Om, che Paolo Leoni ha guidato con piglio garibaldino guadagnando tre buoni punti per il suo carnet. Parentesi Tris ora, con i diciotto partecipanti impegnati nei due giri di pista per una sfida intergenerazionale che ha premiato i quattro anni, Lobac, con Ettore Vairani su Linea Balilla e Logo di Bianca, mentre le giovani leve, Mimosa Pit e Midori As hanno completato il marcatore. Rush finale per il trofeo, che alla settima ha proposto un handicap davvero incerto nel quale Elvis ha regalato il pass utile per l'evento del 18 agosto a  Santo Mollo, mentre Biagio Lo Verde e Flavia Dj si sono difesi strenuamente, conquistando la medaglia d'argento davanti a Gypsy Mp e Giuseppe Pietro Maisto.

 

Il gran finale si è corso sotto una stupenda stellata e con ancora una cartolina premio da assegnare, quella riservata al secondo della classifica, che è stata recapitata a Pietro Gubellini in virtù della piazza d'onore conquistata alle redini del battistrada Est West, battuto in open stretch dal duo napoletano Gino Pizz/Maisto. Proprio questa performance ad effetto del vecchio pirata allenato da Giorgio D'Alessandro ha fatto sì che il driver partenopeo si sia guadagnato un insperato invito per la notte del 18 in qualità di miglior terzo tra tutti i piazzati nelle manche di semifinale, beffando Marcello Di Nicola che si sentiva assai certo della partecipazione al gran galà cesenate.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -