Cesena, Jimenez dà speranze: "Vicino alla condizione ottimale"

Cesena, Jimenez dà speranze: "Vicino alla condizione ottimale"

Cesena, Jimenez dà speranze: "Vicino alla condizione ottimale"

CESENA - " Ora però mi sento vicino alla condizione ottimale. Adesso ci aspetta un mese difficile, con tante partite da giocare, ma a livello fisico io personalmente e tutta la squadra stiamo bene e questo è molto importante": sono queste le dichiarazioni rilasciate nel pomeriggio di lunedì da Luis Antonio Jimenez, nella consueta conferenza stampa in vista della prossima partita del Cesena.

 

"Tutto sommato penso di aver fatto bene fino ad ora, certo si può dare sempre di più, ma ad oggi sono contento. Contro il Cagliari sono riuscito ad esprimermi come volevo. Nelle prime partite disputate ero ancora in ritardo di forma, dato che ero fermo da cinque mesi. Non avendo fatto preparazione infatti, ero molto indietro a livello fisico".

 

Continua Jimenez: "Dovremo affrontare nel modo migliore gli scontri diretti contro Brescia e Lecce. Il mio obiettivo è dare il massimo per aiutare il Cesena a salvarsi; sino ad ora ho segnato tre goal e mi sono procurato un rigore a Bari, e voglio continuare ad essere determinante. Mi accontenterei anche di fare solo degli assist segnando anche meno, a patto che possa aiutare a raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza".

 

Quindi continua, riflettendo sul suo gioco: "Fatico a giocare come punta esterna, tendo a svariare molto dal centrocampo in su, è in questo modo che riesco a saltare l'uomo e accentrarmi, ma devo dire che il mister mi da' molta libertà. Questo è il primo anno che gioco per la salvezza, devo dire che la grossa differenza sta nel fatto che nella lotta per non retrocedere un pareggio rappresenta un punto guadagnato, mentre in una squadra di vertice un pareggio significa due punti persi. A noi ci sono sfuggiti di mano alcuni pareggi proprio nel finale di partita, quei punti in più ci avrebbero reso più tranquilli, ma siamo lì e ce la giocheremo fino alla fine. Ritengo che a lungo andare aumenteranno le squadre in lotta per la salvezza. Affrontare le grandi è sempre qualcosa di imprevedibile, ti lasciano giocare e il risultato non è mai scontato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -