Cesena, la durezza della vita di Formignano alla 'Sagra del Minatore'

Cesena, la durezza della vita di Formignano alla 'Sagra del Minatore'

Cesena, la durezza della vita di Formignano alla 'Sagra del Minatore'

CESENA - La sagra del minatore (2-3 ottobre 2010) è una delle pochissime in Italia a rievocare questo antico mestiere, con visite gratuite alla ex miniera di zolfo di Formignano (domenica 3), il Laboratorio dello zolfo, esposizione di minerali e artigianato. Non mancheranno musica (sabato sera Renzo e Luana), gastronomia (pesce e paella). Anche sculture di zolfo. Il "mestiere" del minatore era scandito dai "botti" delle mine fatte brillare per approfondire scavi e galleria. Anche la Sagra del Minatore di Borello di Cesena "fa il botto".

 

Non di mine all'esplosivo si tratta, ma di vere e proprie attrazioni: sabato sera sul palco saliranno due autentiche star del Liscio, la famosissima coppia formata da Renzo e Luana, con le loro interpretazioni "esplosive" di quella musica popolare e conosciutissima che "fa muovere i piedi" anche senza volerlo. Autentici fuochi, invece, si potranno vedere domenica nel primo pomeriggio, grazie al Laboratorio chimico dello zolfo a cura del Museo di Perticara, perchè si dimostrerà l'uso dello zolfo per la fabbricazione di fiammiferi ed altro.

 

Sopra Borello (frazione di Cesena), a Formignano, fino al 1962, erano in funzione le miniere di zolfo. Miniere che per tutto l'800 avevano rappresentato anche una cultura e un modo di vita (assai duro). Alle miniere e al mestiere di minatore è dedicata la Sagra del Minatore che terrà la sua 18a edizione sabato 2 e domenica 3 ottobre a Borello.

 

La Sagra, voluta ed organizzata da Cesena Fiera, in collaborazione con il Consorzio "La città I mercati"è un omaggio ed una rievocazione alla vita che si svolgeva nel villaggio minerario di Formignano, e proprio a Borello nel 2005, è stato collocato uno dei pochissimi monumenti al Minatore, esistenti in Italia.

 

Sabato 2 ottobre intorno alle ore 19, in piazza Indipendenza a Borello, si aprirà il BETTOLINO, stand gastronomico, cui si è dato lo stesso nome del punto vendita e di ristoro che era a Formignano, meta dei minatori e delle loro famiglie per acquisti e ritrovo. Si potrà gustare pesce e paella. Alle ore 21 vibreranno le voci della coppia più famosa del Liscio, Renzo e Luana, appunto.

Domenica 3 ottobre si inizia alle ore 9 con il "classico" Mercato, con l'esposizione di minerali (piazza S. Pietro in Solferino), giostre, proposte curiose, prodotti locali e tipici di stagione e dell'artigianato (fra cui ottimi miele, marmellate e liquori della tradizione). Alle ore 12 verrà riaperto il Bettolino sempre con pesce e paella.

 

Dalle 13:30 si potrà salire sui bus navetta che, senza interruzione, consentiranno di effettuare visite guidate gratuite alla ex miniera di Formignano, dove si può vedere I resti del villaggio (dove abitavano vari dipendenti) edifici di lavorazione, carrelli e esterno dei forni di lavorazione.

Alle 14:30 a Borello, in piazza S. Pietro in Solferino, apriranno varie botteghe di artigiani, ma di quelli che praticavano antichi mestieri oggi in disuso, ad esempio il fabbro e il cestaio.

Da visitare il Laboratorio chimico di zolfo a cura di SULPHUR- Museo Storico Minerario di Perticara, dove, accanto a fiammiferi ed accendini verranno composte sculture colando zolfo dentro l'acqua. La Sagra del Minatore sarà conclusa dallo spettacolo musicale di Angie e Italo, con inizio alle 21:00.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -