Cesena, la Lega Nord: "La moschea non è necessaria"

Cesena, la Lega Nord: "La moschea non è necessaria"

C'è chi, a Cesena, brandisce la Costituzione come una clava, strumentalizzandola a proprio uso e consumo. Sono quegli acritici apologeti dell'islam, figli di ben noti filoni culturali (dalla destra sociale, al nichilismo postcomunista ed al filone dell'utopia della sinistra cattolica e laica), tutti ferventi antioccidentali, che stanno salutando con grande enfasi la scellerata decisione della Giunta Lucchi di introdurre una variante al PRG per insediare una grande moschea in città. Agendo in questo modo, il sindaco ha pensato bene di evitare il confronto politico con le forze di opposizione e con i cittadini, delegando il delicato e controverso tema della moschea ai tecnicismi dell'urbanistica.

 

Mai scelta fu più miope e pavida, né la Costituzione può venire in aiuto alla maggioranza che sta imponendo alla città, per meri motivi ideologici, la presenza di questa ingombrante struttura dedicata all'islamismo, inteso in senso integrale come religione, cultura, politica, disciplina legale, costume, ecc. Nessuno, infatti, si sogna di conculcare la libertà di religione che è prevista dalla Carta costituzionale. Ma la moschea non è assolutamente indispensabile al fedele islamico per la preghiera, quindi la sua assenza non inficia alcun diritto. E' vero invece che spesso le moschee in Italia ed in Europa rappresentano una sorta di segnacolo politico per l'Islam militante e sono una scuola che incita alla separazione, al disprezzo per l'Occidente blasfemo e corrotto, alla propagazione della vera fede, quando non alla conquista silente o violenta del ‘dar al harb', vale a dire di tutto il territorio non soggetto all'Islam.

 

Ma certi personaggi cesenati sono ciechi di fronte alla realtà e, non avendo ragioni valide dalla loro parte, insultano chi non la pensa come loro. Altro che "vittoria della civiltà e della Costituzione", il diktat ideologico imposto dalla maggioranza di sinistra alla nostra comunità non farà che creare problemi, come accaduto altrove, ed ostacolare non solo la difficile integrazione con l'immigrazione islamica, ma anche una semplice convivenza pacifica.

 

Antonella Celletti

capogruppo Lega Nord

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -