Cesena: la Settimana del Buon Vivere arriva in città

Cesena: la Settimana del Buon Vivere arriva in città

Sono tanti gli appuntamenti cesenati della "Settimana del Buon Vivere", la rassegna provinciale di eventi dedicati a tutto quello che contribuisce a creare l'arte del vivere bene. Il programma mette in rete numerose realtà importanti - tra cui Macfrut e le principali associazioni economiche della città - che si rendono protagoniste di una cinquantina di iniziative su tutto il territorio provinciale, gratuite e aperte al pubblico, con i grandi protagonisti di salute, alimentazione, cultura, sport, architettura e società civile.

Il primo appuntamento sarà martedì 5 ottobre (ore 15, 30 - San Biagio) con il convegno "Le città del buon vivere - L'evidence based design", che pone al centro le nuove frontiere costruttive dell'architettura alla ricerca di un equilibrio tra ambiente e funzionalità. L'incontro metterà a confronto urbanisti, autorità e esperti di design come Pierluigi Cervellati dell'Università di Venezia, Aldo Colonnetti dello IED, Renato Troncon dell'Università di Trento, Michael Mehaffy della Sustasis Foundation di Portland, l'architetto Giordano Conti e il Sindaco di Cesena, Paolo Lucchi.

Giovedì 7 ottobre si parte alle 9,30 del mattino nell'aula magna dell'ITAS Garibaldi di Cesena con "La salute sale in cattedra", un convegno sui rapporti tra stili di vita, inquinamento e buon vivere per i più giovani in compagnia di esperti come Michelangelo Giampietro, Docente in Medicina dello Sport all'Università La Sapienza di Roma, Giacomo Toffol, Pediatra ACP e Marisa Strozzi, responsabile Progetti di educazione al consumo di Coop Adriatica.

Alle 10 al Macfrut l'esperienza nazionale di "Frutta nelle scuole" sarà oggetto di un convegno a cui prenderanno parte referenti di Alimos, Food and School, del Ministero dell'Agricoltura, di Apofruit Italia, Creno Francia e AREFLH Europa. Il titolo è "Frutta nelle scuole: insegnare a prendere le buone abitudini alimentari a scuola".

Sempre giovedì 7 ottobre si svolgerà "E' tempo per il buon vivere", un evento in due tranche che coinvolgerà sia Cesena che Forlì su un tema comune. Al mattino al San Biagio (inizio ore 10,30) si tratteranno l'impiego terapeutico degli alimenti e i corretti stili di vita per mantenersi sempre giovani col medico sportivo Alfredo Calligaris, la nutrizionista Sara Farnetti, l'economista Antonella Picchio, l'assessore al Welfare del Comune di Cesena, Simona Benedetti e Massimo Radaelli di Noventia Pharma. A moderare il tavolo la giornalista e conduttrice del TG5 Simona Branchetti. Alle 17 la seconda parte del convegno all'Hotel della Città di Forlì.

Venerdì 8 al Macfrut (inizio ore 9,30) la conduttrice RAI Livia Azzariti sarà la moderatrice dell'incontro dedicato a "Comunicare il buon vivere", che coinvolgerà un guru dei mass media come Enrico Menduni, il conduttore della trasmissione di Radio Due Decanter Federico Quaranta, la regista RAI Stefania Casini e pubblicitari di grido come Rossella Gasparini di Publicis. Seguirà un aperitivo a base di frutta con la squadra del Cesena Calcio al gran completo.

Domenica 10 ottobre alle 16 al Palazzo del Ridotto, l'AUSL di Cesena organizza "Cominciamo da subito: il benessere del nuovo nato e della sua famiglia". Si parlerà di gravidanza ecologica, azioni di prevenzione per i nuovi nati e predisposizione infantile con il responsabile dell'Unità Pediatrica di Cure Primarie, Franco Mazzini, il pediatra di famiglia Arturo Alberti e la direttrice di distretto dell'Azienda Sanitaria, Antonella Brunelli. Completano il programma appuntamenti con l'educazione alimentare, rassegne ed eventi in collaborazione con Le Domeniche della cultura e una trasvolata in mongolfiera di Savignano organizzata dall'assessorato al Centro Storico. Il programma completo e sempre aggiornato è disponibile nel sito www.settimanadelbuonvivere.it

>> Le ragioni della Settimana del Buon Vivere
«...il PIL misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta», diceva Robert Kennedy, ed era il 1968. Oggi la Settimana del Buon Vivere si propone di attirare l'attenzione su un territorio, quello di Forlì-Cesena, premiato dalle classifiche nazionali del benessere del Sole 24 Ore. Una classifica in cui si tiene conto non solo della quantità, ma anche della qualità sociale percepita e vissuta. Il primato del territorio di Forlì-Cesena si riassume in un indice: 170, ben settanta punti in più rispetto alla media delle oltre cento realtà considerate e 21 posizioni guadagnate rispetto alla rigorosa classifica del PIL. L'ambizione, spiegano gli organizzatori, è quella di creare una vera e propria "filiera" del buon vivere che faccia da propellente allo sviluppo del territorio.

>> I partner della Settimana del Buon Vivere
La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -