Cesena, la tabella di marcia per creare una piattaforma del fresco in area romagnola

Cesena, la tabella di marcia per creare una piattaforma del fresco in area romagnola

CESENA - Si è conclusa con l'assegnazione dei ‘compiti a casa' la tavola rotonda sulla logista svoltasi questa mattina nei padiglioni di Cesena Fiera per iniziativa del Comune di Cesena. Al centro del confronto, al di là dei temi più generali, la volontà di avviare un percorso condiviso per realizzare nel territorio romagnolo una piattaforma del fresco di valenza nazionale.

 

"In pratica - commenta il Sindaco Paolo Lucchi - abbiamo voluto verificare la possibilità di realizzare un sistema romagnolo della logistica, che avrà il compito di definire un' efficace intermodalità, che comprenda trasporti ferroviari, marittimi e su gomma e organizzi al meglio le infrastrutture esistenti, dallo scalo merci di Villa Selva al porto di Ravenna, per offrire un valido supporto in prospettiva di sviluppo alla nostra filiera agroalimentare. E' chiaro che per raggiungere questo traguardo è indispensabile la sinergia fra i territorio coinvolti, ed è per questo che fra gli impegni presi al termine del convegno di oggi c'è quello di dar vita a un tavolo istituzionale che coinvolga i Comuni di Cesena, Forlì e Ravenna, le due Province e la Regione, per definire gli elementi strategici e, in particolare lo start up dello scalo merci di Villa Selva e del suo collegamento con il porto di Ravenna".

 

"Per lo scalo merci di Villa Selva - aggiunge l'assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, che ha coordinato i lavori della tavola rotonda - si prevede l'entrata in funzione entro la fine dell'anno. Secondo il progetto che stiamo sviluppando, sarà questa la sede della piattaforma del fresco, con la messa a punto di servizi ferroviari dedicati a questa tipologia merceologica e una rete di collegamento sia con le imprese del territorio, sia con le altre infrastrutture di trasporto, sia con la grande distribuzione. Proprio per questo, in attesa del suo decollo, abbiamo definito alcune tappe preparatorie. Oltre all'avvio del tavolo istituzionale, si è stabilito che i vari soggetti interessati procedano con gli approfondimenti previsti. In particolare, l'Istituto per la Logistica, in collaborazione con Centuria - Rit, è già impegnato a ultimare le analisi dei flussi, con riferimento alle esigenze particolari legate alla piattaforma del fresco e tenendo in considerazione anche il quadro nazionale in cui si andrà a inserire. E nel frattempo Terminali Italia (società del gruppo Ferrovie dello Stato) provvederà a effettuare prove sul campo per verificare alcuni aspetti fondamentali, come il rispetto dei tempi e la possibilità di modalità di scambio efficienti in altri punti della rete ferroviaria, tenendo conto che stiamo parlando di prodotti molto deperibili e che necessitano di particolari cautele. Da registrare la particolare attenzione, ribadita anche nella tavola rotonda di oggi, con cui le maggiori aziende agroindustriali del nostro territorio e le aziende di servizi guardano a questo progetto".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -