Cesena, laboratorio Pievesistina. Celletti (Lega Nord): "Dipendenti senza mensa nè ristoranti"

Cesena, laboratorio Pievesistina. Celletti (Lega Nord): "Dipendenti senza mensa nè ristoranti"

Tra le tante questioni sollevate intorno al Laboratorio di Area Vasta di Pievesestina, c'è anche quella della mancanza di una mensa dove i quasi duecento dipendenti che lavorano nelle due strutture di pertinenza dell'Ausl abbiano la possibilità di rifocillarsi in pausa pranzo, visto anche che nelle immediate vicinanze non ci sono esercizi di somministrazione di alimenti e bevande.

 

Su questo tema la capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale, Antonella Celletti, ha presentato un'interpellanza "per capire per quali motivi non sia stata prevista, all'interno della grande e costosa struttura, una mensa e se sia vero che nei mesi passati, all'interno dell'edificio adibito a Laboratorio, fosse prevista una sala con tavoli e sedie a disposizione di chi era in pausa pranzo. Si dice infatti che questa sala sia stata chiusa per motivi non chiariti, che potrebbero tuttavia essere riconducibili alla mancata agibilità di alcune aree della struttura".

 

Secondo la consigliera, pare anche che "in un primo tempo, nei pressi del Laboratorio di Area Vasta, fosse stato aperto un ristorante a cui potevano accedere i dipendenti dell'Ausl, ma anche quell'esercizio sarebbe stato chiuso. In questo caso, chiedo se i vertici dell'Ausl si siano posti il problema della carenza di servizi di ristoro e di aree all'interno del Laboratorio da mettere a disposizione dei lavoratori in pausa, se corrisponda al vero che aree delle strutture di Pievesestina ad uso di Area Vasta e dell'Ausl non hanno ancora ottenuto l'abitabilità, quanto siano, per quali motivi, quali tempi siano previsti per perfezionare la pratica, se ci siano problemi di qualche natura e se, fra tali spazi, sia compresa anche la sala prima adibita alla pausa pranzo".

 

"Se quanto paventato nell'interpellanza fosse confermato - fa notare Celletti -, non si potrebbe che registrare l'ennesimo esempio di limitata capacità organizzativa e progettuale da parte dei vertici dell'Ausl e di una preoccupante mancanza di attenzione nei confronti dei dipendenti".  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -