Cesena, lavoro: 150mila euro di stanziamenti

Cesena, lavoro: 150mila euro di stanziamenti

Il sindaco Paolo Lucchi-6

CESENA - Sarà il lavoro il tema centrale intorno al quale si svilupperanno le scelte più importanti del Comune di Cesena nei prossimi mesi. Già anticipato nelle scorse settimane, questo orientamento è stato confermato lunedì mattina nel corso dell'incontro con i Sindacati confederali, convocato per avviare il confronto sul bilancio di previsione 2011. Fin da subito sono stati messi a disposizione 150mila euro per iniziative rivolte al sostegno dell'occupazione.

 

Per mettere a fuoco gli interventi da attuare e il reperimento delle risorse all'interno della Giunta si è costituito un gruppo di lavoro di cui fanno parte il Sindaco Paolo Lucchi, il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Carlo Battistini, l'Assessore alle Politiche del Benessere dei Cittadini Simona Benedetti e l'Assessore alle Politiche Giovanili Elena Baredi.

 

"La scelta di rivolgere l'attenzione ai problemi del lavoro - spiega il Sindaco Paolo Lucchi - rappresenta l'evoluzione del percorso avviato dall'Amministrazione a partire dal luglio 2009, quando decidemmo di avviare interventi straordinari a sostegno delle famiglie colpite dalla crisi. A un anno di distanza la crisi morde ancora, anzi la situazione appare anche più critica. Il rischio reale è di vedere compromessi definitivamente quella coesione sociale, quel benessere diffuso che da tempo sono elementi caratterizzanti del nostro tessuto sociale".

 

"Da questa consapevolezza è scaturita l'idea di affrontare il problema con strumenti nuovi, sperimentando magari formule inedite, che non si limitino a fornire sostegno nell'emergenza, ma aiutino a cambiare il passo e contribuiscano a innescare un'inversione di tendenza - ha chiosato il primo cittadino -. In pratica, il nostro obiettivo è di valorizzare le opportunità di inclusione al lavoro, di formazione, di avvio di nuovi percorsi professionali. Tenendo conto delle possibilità e delle competenze del Comune, crediamo di poter intervenire in modo significativo, ma comunque sarà fondamentale approfondire queste tematiche con il coinvolgimento di tutti i soggetti attivi sul territorio: i Sindacati, le Associazioni imprenditoriali, gli altri Enti locali, l'Università".

 

"Intanto, per quanto ci riguarda, prevediamo di fare un'attenta valutazione delle risorse, in modo da poterne destinare una parte per incentivare le politiche attive del lavoro e le politiche giovanili - ha chiosato Lucchi -. Fra i problemi in primo piano, infatti, c'è quello dei ragazzi che non riescono a trovare la prima occupazione e che spesso incontrano grandi ostacoli nonostante abbiano seguito percorsi formativi di eccellenza. E non va, poi, dimenticata la situazione dei lavoratori di mezza età che hanno perso l'impiego e non riescono a ricollocarsi".

 

Fra le iniziative allo studio dell'Amministrazione Comunale di Cesena ci sono: l'aumento dell'impegno economico per le borse - lavoro, il ricorso a voucher per i lavori socialmente utili da destinare a giovani in cerca di prima occupazione e cassaintegrati (naturalmente mettendo a punto meccanismi di totale garanzia per i lavoratori), la valorizzazione delle alte professionalità dei giovani laureati con il coinvolgimento dell'Università e degli altri enti che già operano nel settore, la valorizzazione e canalizzazione della creatività e dell'imprenditorialità (ad esempio, individuando pochi ma precisi ambiti in cui far nascere incubatori di impresa), l'aggiornamento e il perfezionamento del portale ‘Incontra', già avviato da diversi anni dall'Informagiovani del Comune di Cesena, in modo da far convergere su di esso tutte le informazioni e le relazioni significative che i centri di formazione professionale hanno già con il mondo del lavoro.

 

"Naturalmente - ha specificato il Sindaco - in questo percorso sarà fondamentale il confronto continuo con le organizzazioni Sindacali e tutti gli altri soggetti interessati a vario titolo. Per quanto riguarda la tempistica, il nostro obiettivo è di avviare in via sperimentale le nuove borse - lavoro, i voucher e i progetti di inclusione entro l'autunno in modo da poter far decollare il progetto definitivo entro il gennaio 2011".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -