CESENA - Le osservazioni di Cna al piano della mobilità

CESENA - Le osservazioni di Cna al piano della mobilità

CESENA - Come CNA di Cesena abbiamo valutato la proposta di Piano Regolatore Integrato della Mobilità e abbiamo inviato all’Amministrazione Comunale un documento contenente le nostre osservazioni. In sintesi:


La concertazione

Ribadiamo il nostro giudizio positivo sul percorso che è stato attivato e sull’ampio coinvolgimento che in questi mesi è stato attuato. Questa pratica va mantenuta e alimentata, a tale riguardo rilanciamo la proposta di dar vita ad un “osservatorio” con il compito di monitorare la portata e la ricaduta dei provvedimenti adottati, allo scopo di calibrare puntualmente le scelte, rivederle quando è necessario, sviluppando un confronto aperto, senza pregiudizi, per rendere la nostra città più vivibile, più fruibile, più attrattiva.


Il Piano

Va apprezzato lo sforzo di analisi fatto dai redattori del Piano per la quantità di informazioni in esso contenute e per il livello di elaborazione con cui vengono affrontati i temi centrali: migliorare la sicurezza; rilanciare il trasporto pubblico; ridurre l’inquinamento atmosferico.

Dal nostro punto di vista, sono molto positivi gli interventi realizzati, in questi anni, per migliorare la sicurezza stradale (rotatorie, piste ciclabili, interventi di messa in sicurezza ….) non altrettanto si può dire del rilancio del trasporto pubblico e per la riduzione dell’inquinamento atmosferico. E’ confortante constatare la diminuzione degli incidenti e delle relative vittime. Non guasterebbe, però, una più puntuale manutenzione del manto stradale che, purtroppo, lungo alcune arterie viarie continua a rappresentare un vero e proprio pericolo, non solo per gli “utenti deboli”.


La viabilità urbana ed extraurbana

Il riassetto della viabilità urbana troverà una sua precisa dimensione con l’apertura del 2° lotto della secante. A tale proposito serve definire i tempi di apertura al traffico, che non possono essere ulteriormente procrastinati. E’ condivisibile l’ipotesi di stabilire una nuova gerarchia funzionale della rete stradale, così come sono condivisibili gran parte degli interventi in programma per rendere più snello e sicuro il traffico nell’immediata periferia della città.

Meritano, invece, un ulteriore momento di riflessione gli interventi ipotizzati in ambito urbano e che il Piano sviluppa nel capitolo denominato “le 9 problematiche”. Le soluzioni andranno pensate alla luce delle modifiche alla mobilità che, con l’apertura della secante, si verranno a determinare.

Infine, una riflessione sulle infrastrutture viarie extraurbane. E’ di questi giorni la decisione del Governo di finanziare la realizzazione dell’E55 nel tratto Cesena – Mestre. Se confermato, è indubbiamente un fatto rilevante che premia l’insistenza con cui gli amministratori locali hanno appoggiato questa scelta, che avrà indubbiamente un riverbero positivo sul nostro territorio e sulla nostra economia.


Non ci si può fermare a questo, pur importante, risultato. Deve proseguire l’impegno dell’Amministrazione finalizzato alla realizzazione del lotto “0” della secante e alla realizzazione della Via Emilia bis che abbisogna di una decisa accelerazione, verificando tutte le compatibilità possibili per avviare al più presto i lavori.


I parcheggi

Anche per noi, la sosta e i parcheggi rappresentano un tema di fondamentale importanza. La proposta del PRIM contiene indicazioni su alcune priorità, compreso i tempi di realizzazione. Condivisibili, quindi, le scelte inerenti i parcheggi Osservanza e Stazione, mentre mancano indicazioni più puntuali per il parcheggio multipiano CAPS e per quello interrato di piazza della Libertà, che vanno assolutamente recuperate.


Parallelamente alla realizzazione di nuovi parcheggi va sviluppata una politica per la sosta con l’obiettivo di favorirne la più ampia rotazione possibile. Non vorremmo, però, che a questo fine si prevedessero solo nuove zone a pagamento, quando invece si possono attuare significativi interventi attraverso una più ampia previsione di posti regolati con il disco orario.


Inoltre, i parcheggi scambiatori. Vanno dotati di tutti quei servizi di “accoglienza” che ne possano incentivare l’utilizzo e, soprattutto, serve prevedere, almeno in certe fasce orarie, un collegamento molto frequente (ogni 5/7 minuti) con il centro, attraverso un servizio di bus veloci.


Il trasporto pubblico locale.

I tentativi fatti in passato per renderlo appetibile ad un’utenza più vasta hanno, sostanzialmente, fallito l’obiettivo. Le previsioni indicate nel PRIM meritano un’attenta riflessione ed una sperimentazione graduale. Occorre partire dall’incremento delle corsie preferenziali (che ne aumenterebbero la “velocità commerciale”) e dal rilancio dei parcheggi scambiatori.

Parallelamente, bisogna prendere in esame ipotesi di liberalizzazione/privatizzazione del servizio, partendo dall’integrazione fra vettori pubblici e privati. Il coinvolgimento delle piccole imprese locali di trasporto persone potrebbe, a parità di quantità e qualità, sopperire alla rigidità dell’offerta pubblica.


Le forme associate, per l’organizzazione che le caratterizza, per la varietà e flessibilità del parco veicolare, per la duttilità delle loro imprese, costituiscono un sicuro e collaudato punto di riferimento per l’utenza e per l’Ente Locale.


In questa logica crediamo possa rientrare anche il servizio taxi che, nella nostra città, è l’unico che garantisce la mobilità 24 ore su 24. Le 15 autorizzazioni esistenti potrebbero essere utilizzate per un servizio integrativo del servizio di linea e/o “a chiamata”, nell’ottica di contenere costi, inquinamento e intasamento stradale.


Sanzio Bissoni – Presidente CNA Cesena

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Sanulli – Responsabili CNA Cesena



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -