Cesena: le telecamere di 'Chi l'ha visto?' si riaccendono sul caso Golinucci

Cesena: le telecamere di 'Chi l'ha visto?' si riaccendono sul caso Golinucci

Cesena: le telecamere di 'Chi l'ha visto?' si riaccendono sul caso Golinucci

CESENA - Si riaccendono le telecamere delle tv nazionali sul caso di Cristina Golinucci, la ragazza cesenate sparita il 19 gennaio 1993 mentre andava al convento dei Cappuccini e dichiarata morta, con dichiarazione di morte presunta, sette anni fa. Dopo che la Procura della Repubblica di Forlì ha deciso di riaprire il caso, le telecamere di 'Chi l'ha visto?' sono tornate a Cesena per inanellare un'ulteriore puntata alle tante che già si sono susseguite in passato, sul rebus ancora irrisolto della morte della ragazza, che allora aveva 21 anni.

 

E' la madre Marisa a portare avanti la battaglia. La Procura, in particolare, conta di utilizzare delle strumentazioni sofisticate in mano ai carabinieri del Ris, un georadar, per scandagliare completamente il convento davanti a cui fu ritrovata l'auto di Cristina Golinucci. Stava andando dal suo padre spirituale, frate Lino, ma di fatto non fu mai vista all'interno del convento, così come le ricerche nei paraggi non diedero esito. Dopo il caso di Elisa Claps, la giovane ritrovata cadavere dopo anni in una chiesa di Potenza, la decisione di ripartire con le ricerche.

 

Prima di tutto sarà scandagliato il convento, dopo una mappatura. Un'operazione a cui il padre guardiano dei Cappuccini ha detto pubblicamente in tv di voler collaborare. Gli avvisi ufficiali non sono ancora arrivati, ma si farà anche quest'ulteriore ed estremo tentativo per dare una risposta a questo mistero che avvolge Cesena da 18 anni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -