Cesena, lettere d'amore nell'odio del Novecento al foyer del Bonci

Cesena, lettere d'amore nell'odio del Novecento al foyer del Bonci

CESENA - Sono lettere d'amore nell'odio del Novecento la seconda proposta d'ascolto della rassegna "POESIA A TEATRO": lunedì 17 gennaio alle 21 nel foyer del Teatro Bonci è in programma Nel guazzabuglio del cuore umano: lettere d'amore nell'odio del Novecento, reading a cura di Marino Biondi tratto dai carteggi appassionati e drammatici di grandi figure del Novecento letterario e filosofico come Martin Heidegger e Hannah Arendt, Paul Celan e Ingeborg Bachmann.

Pur nascendo dalla penna di personaggi di notorietà diffusa, questi testi non sono divenuti materia di pubblica lettura se non in rarissime occasioni, fra cui si colloca questa serata.

 

Sulle pareti del foyer continua la mostra di fotografie di Ardea Montebelli, poetessa e artista riminese (Cari, vecchi frammenti, dal 9 al 30 gennaio).

 

MARTIN HEIDEGGER, nato a Meßkirk, Baden nel 1889, scomparso nel 1976, allievo e assistente di Husserl, rettore a Friburgo sotto il regime nazista, autore di Essere e tempo (1927), opera capitale della filosofia moderna, è uno dei massimi geni speculativi nella storia del pensiero.

 

HANNAH ARENDT (1906-1975), allieva di Heidegger, dal 1941 trasferita negli Stati Uniti, dove fu docente a Princeton e a New York. È autrice di opere che hanno analizzato la tragedia del nazismo e del genocidio antiebraico: Le origini del totalitarismo e La banalità del male, sul processo Eichmann.

 

INGEBORG BACHMANN (1926-1973), scrittrice tedesca fra le maggiori del Novecento, autrice di Malina, Il trentesimo anno e Invocazione all'Orsa Maggiore. Morta tragicamente a Roma nell'incendio del suo letto.

 

PAUL CELAN (1920-1970), sopravvissuto a un lager nazista, dove erano morti i genitori, è una delle voci più alte della poesia contemporanea e traduttore eminente. Morto suicida a Parigi nelle acque della Senna.

 

MARINO BIONDI insegna Storia della critica e della storiografia letteraria nella Facoltà di Lettere dell'Università di Firenze. Ha ricevuto numerosi premi, fra cui il Casentino e il Guidarello, per la Ricerca e la critica letteraria. Fra i suoi studi più recenti spiccano i due volumi dedicati al Risorgimento, La tradizione della patria (Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2009-2010). Il suo ultimo libro è Fellini: il sogno italiano. Cinquant'anni dalla «Dolce vita» (Quaderni del Bonci, Società Editrice «Il Ponte Vecchio», 2010).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -